Tagliatelle al pesto genovese domenica, Giu 28 2009 

Ciao a tutti oggi mi son dato alla pasta fatta in casa condita con un delizioso pesto alla genovese.
La ricetta del pesto l’ho presa dal nuovo libro base “Io e il mio bimby”.
Io ho triplicato le dosi e una volta finito ho conservato il pesto in contenitori monodose (da budino) e riposto in freezer pronto da utilizzare anche d’inverno.
All’occorrenza si tira fuori dal freezer il contenitore si passa in frigo per un giorno e il gioco è fatto, rimane perfetto.
Per le tagliatelle invece di usare la solita farina di grano duro ho provato ad usare quella di farro, molto più profumata e saporita.

Ingredienti

Per le tagliatelle dose per 2 persone
150 gr di farina di farro
1 uovo
una presa di sale
25 gr di vino bianco secco

Per il pesto (vi metto le dosi per 6 io le ho triplicate per conservarlo)
80 gr di foglie di basilico fresco
50 gr di grana padano a tocchetti
30 gr di pecorino
30 gr di pinoli
150 gr di olio EVO
1 spicchietto d’aglio
sale Q.b.

Procedimento
Per prima cosa puliamo il basilico lo dividiamo in foglie e lo laviamo in acqua un paio di volte.
Con l’aiuto del centrifuga insalata lo asciughiamo e distendiamo su dei vassoi con un canovaccio per far si che non rimangano residui d’ acqua.
Nel boccale asciutto e pulito mettiamo tutti gli ingredienti per le tagliatelle e impastato 3 min. vel spiga.
Lavoriamo l’impasto qualche minuto sulla spianatoia lo copriamo con della pellicola e lo lasciamo riposare 15 minuti prima di passarlo nella nonna papera.
Passiamo la pasta nella macchinetta prima sul rullo liscio dal numero 1 al numero 4 e successivamente nel rullo per tagliare le nostre tagliatelle.
Laviamo il boccale (questo passaggio si può evitare se preparate il pesto per usarlo subito).
Mettiamo nel boccale il parmigiano, i pinoli, il grana, il pecorino,l’aglio e il basilico frulliamo 20 sec. vel.7
Con il misurino inserito versiamo l’olio a filo ed emulsioniamo 20 sec. vel 4.
Ed ecco il pesto pronto per le nostre tagliatelle.
Togliamo il pesto e lo mettiamo da parte.
Senza lavare il boccale mettiamo 1,500 di acqua e portiamo a bollore 12 min. 100° vel 1, aggiungiamo un cucchiaio d’olio il sale e versiamo le tagliatelle, cuociamo 6 min. 100° vel soft antiorario.
Scoliamo la pasta tenendo qualche cucchiaio dell’acqua di cottura.
Versiamo il pesto in una terrina aggiungiamo le tagliatelle e condiamo il tutto.
Prepariamo il piatto decorandolo con qualche fogliolina di basilico fresco.
Le tagliatelle son pronte!!

Buon appetito a tutti

Spero vi piaccia!!
Francesco

Annunci

Cheesecake allo speck domenica, Giu 28 2009 

Cari Amici
per rendere estivo questo giorno che dell’estivo ha ben poco, visto che piove, volevo proporVi questa ricca torta salata saporita e fresca al tempo stesso.
Il gusto delicato della ricotta e la nota affumicata intensa dello speck creano un raffinato gioco di contrasti che rende speciale questa torta salata.
Da servire rigorosamente fredda, sarà un piacere gustarla, a piccoli bocconi in una serata estiva per l’appunto!!!
Ma torniamo alla nostra ricetta:

Ingredienti

200 gr di pane in cassetta ai 5 cereali privato della crosta esterna (200 gr al netto)
100 gr di grana grattugiato
500 gr di ricotta
170 gr di yogurt greco (reperibile al banco frigo o al banco latticini dei supermercati)
3 uova
2 cipollotti viola (tipo tropea)
10 foglie di basilico fresco
130 gr di speck a fette
50 gr di farina 00
100 gr di burro
20 gr di olio evo
Sale e pepe Q.b.

Procedimento
Per prima cosa accendiamo il forno solo con il grill (ci servirà per dorare il pane), dopo foderiamo uno stampo da 22 cm con della carta da forno (per tenerla ferma io ho usato un elastico).
Nel boccale asciutto e pulito fondiamo il burro 4 min. 100° vel 1.
Mentre aspettiamo tagliamo via dalle fette di pane la crosta e le adagiamo in una teglia
quando il forno è caldo tostiamo il pane da entrambi i lati (mi raccomando deve dorarsi no bruciarsi perciò occhio).
Quando sia il burro che il pane si sono raffreddati, spezzettiamo il pane e lo frulliamo con il burro 5 sec. vel 7, dopo amalgamiamo 10 sec. vel 4, apriamo il boccale spatoliamo raccogliendo il trito sul fondo aggiungiamo il grana 10 sec. vel 4 foderiamo il fondo e i bordi della teglia passiamo in frigo fino a quando non ci servirà.
Senza lavare il boccale mettiamo l’olio e i cipollotti 3 sec. vel. 6 e stufiamo 3 min. 100° vel 1
Aggiungiamo a questo punto lo speck a fette e tritiamo 3 sec. vel 6 insaporiamo 3 min. 100° vel 1. Aggiungiamo la ricotta, lo yogurt, la farina, il grana rimasto, una presa di sale le foglie di basilico, le uova e una manciata di pepe amalgamiamo 5 sec. vel 5 raccogliamo il tutto, puliamo con la spatola le pareti del boccale e mescoliamo altri 15 sec. vel. 4.
Tiriamo fuori dal frigo lo stampo e versiamo dentro il composto inforniamo a 160° per un’oretta circa.
La facciamo raffreddare a temperatura ambiente e una volta fredda la passiamo in frigo a rassodare almeno 6 ore (io l’ho tenuta tutta la notte).
Prima di servire la sformiamo e la serviamo a spicchi accompagnata con delle foglioline di insalatina fresca.
Che ne dite?
Vi Piace?
Buon appetito a tutti
Francesco

Mafaldine Siciliane mercoledì, Giu 24 2009 

Ciao a tutti,
Oggi avevo voglia di provare a fare le mafaldine che la mia mamma mi preparava per andare a scuola imbottite con la mortadella (altri tempi quelli adesso i bimbi vanno a scuola con le merendine)
La ricetta l’ho trovata sul libro “Dal forno alla tavola”
Ecco a voi dosi e procedimento:
Ingredienti:

300 g di acqua a temperatura ambiente
10 g di malto d’orzo
20 g di lievito di birra
400 g di farina di grano duro
100 g di farina tipo 00
10 g di sale
20 g di olio di oliva (10 gr per oleare la terrina)
semi di sesamo q.b.

Preparazione;
Versarsiamo nel boccale l’acqua, il malto e il lievito, e mescoliamo 20 sec. vel. 2.
Aggiungiamo le due farine e per ultimo il sale, e impastiamo 5 min. spiga
Togliamo l’impasto dal boccale lo lavoriamo sino a dargli la forma di una palla.
Versiamo 10 gr di olio in una terrina capiente e rigiriamo l’impasto per olearne tutta la superficie. Copriamo l’impasto con la pellicola trasparente, e lasciamo lievitare per circa 1 ora.
Riprendiamo l’impasto e lo dividiamo in pezzature da 200 gr circa lo lavoriamo sino ad ottenere un rotolo di 1 metro circa e una larghezza di 5 cm.
Questo lungo rotolo va ripiegato sino a formare una serpentina
o una spirale a piacere, la parte che avanza va posata sulla parte superiore del pane e un pezzettino va messo sotto come se gli stessimo rimboccando la coperta in modo che quando lievita e cuoce non si stacca e rimane ben fissata al pane
Sistemiamo i pani sulla placca del forno, rivestita di carta forno, e copriamo con la pellicola trasparente. Lasciamo che facciano una seconda lievitazione per altri 60 minuti.
Spennelliamo la superficie dei pani con acqua e cospargiamo, a piacere, con i semi di sesamo.
Passiamo in forno caldo (ventilato) a 200° per 10 minuti e a 180° per altri 15 minuti circa. (Per il forno statico cuocere a 200° per 30 minuti).
Ed ecco che le nostre mafaldine sono pronte per essere azzannate!!!
Che ne dite?
Sentite anche Voi il profumo inebriante?

Buon pane a tutti
Alla prossima sfornata!!

Torta di rose alle zucchine e formaggi domenica, Giu 21 2009 

Ciao,
Una mia amica per la partita di calcio che si terrà questa sera mi ha commissionato un rinfresco per 16 persone questo è il menù:
Torta di rose alle Zucchine, cotto di praga,emmental e gorgonzola (che vado a proporvi, la base dell’impasto l’ho presa dal nuovo libro base “io e il mio bimby”)
Sformato di ricotta e salmone
Teglia di pane carasau e peperoni
Corona di riso basmati,salmone olive e piselli
Cheesecake alle fragole
e per accompagnare il caffè….
Le meringhette

Che ne dite Vi piace come menù?
Ma torniamo alla nostra torta di rose alle zucchine e formaggi!!

Ingredienti
per la farcia
300 gr di zucchine
100 gr di emmental
1/4 di cipolla
100 gr di cotto di praga a fette
30 gr di olio EVO
sale e pepe Q.b.

Per la pasta
350 gr di farina 00
150 gr di latte
12 gr di lievito di birra
30 gr di olio EVO
3 tuorli d’uovo (con i bianchi avanzati ho fatto le meringhe)
7 gr di sale

Procedimento
Laviamo e spuntiamo le zucchine tagliandole a pezzi più o meno grossi.
Nel boccale pulito mettiamo l’emmental a pezzi e tritiamo 5 sec. vel 7 e mettiamo da parte.
Senza lavare il boccale mettiamo la cipolla e il prosciutto 5 sec. vel 7 raccogliamo il trito sul fondo aggiungiamo l’olio e rosoliamo 3 min. 100° vel 1, aggiungiamo le zucchine tritiamo 7 sec. vel 5 aggiustiamo di sale e pepe e continuiamo la cottura 5 min. temp. varoma vel.1, una volta cotto mettiamo da parte.
Senza lavare il boccale andiamo a preparare l’impasto:(attenzione bisogna aspettare che la temperatura scenda a 60° altrimenti la funzione spiga non parte)
Versiamo il latte con il lievito nel boccale 20 sec. vel. 3, aggiungiamo tutti gli altri ingredienti e impastiamo 3 min. vel spiga.
Togliamo la pasta dal boccale e la versiamo sulla spianatoia, la lavoriamo qualche minuto energicamente con le mani e la stendiamo (deve essere un rettangolo più o meno regolare)
Spalmiamo la farcia che avevamo tenuto da parte sulla sfoglia, ricopriamo con il formaggio emmental e poi qualche fiocchetto di gorgonzola.
Arrotoliamo la sfoglia su se stessa formando un lungo cilindro.
Tagliamo il cilindro a tronchetti di 3/4 cm chiudendo la parte inferiore e spingendo leggermente l’impasto per far sbocciare la rosa.
Sistemiamo le roselline su una placca da forno foderata di carta distanziandole leggermente l’uno dall’altra chiudiamo con un anello per torte regolandolo alla misura che ci serve e li lasciamo lievitare un’oretta e mezza fino a quando non sono raddoppiate di volume.
Quando manca mezz’oretta alla fine della lievitazione accendiamo il forno a 180° e una volta caldo inforniamo per 30 min.
La nostra torta di rose è pronta!!!
Spero abbiate gradito anche Voi!!
Buon appetito a tutti
Francesco

Treccia farcita di Pan Brioches venerdì, Giu 19 2009 

Ciao, da un’altra ricetta datami dalla mia amica Sonia che ringrazio vivamente, volevo condividere con Voi questa treccia buonissima e sopratutto bellissima!!!
Avrò superato la maestra?…..
….questo spetta dirlo a voi e a lei!!!

Ingredienti

15 gr di lievito di birra in cubetto
60 gr di olio di semi
10 gr di zucchero
100 gr di latte a temperatura ambiente
370 gr di farina 00
12 gr di sale
1 uovo più 2 tuorli (un tuorlo serve per spennellare)
100 gr di pancetta affumicata a cubetti
100 gr di provola
10/15 olive nere denocciolate
Procedimento
Inseriamo nel boccale il lievito sbriciolato, l’olio, lo zucchero e il latte e mescoliamo 10 sec. vel 3.
Aggiungiamo la farina un uovo e un tuorlo e per ultimo il sale e impastiamo 2 min. vel spiga.
Togliamo l’impasto dal boccale, lo lavoriamo qualche minuto sulla spianatoia sino a renderlo liscio e compatto, con l’aiuto del mattarello stendiamo l’impasto in un rettangolo di 27X35 cm circa con l’aiuto della rotella o della spatola ricaviamo 3 strisce da 9X35 cm.
Adesso andiamo a preparare la farcia: senza lavare il boccale mettiamo dentro la scamorza e la pancetta a cubetti e tritiamo 7 sec. vel 6, all’impasto ottenuto aggiungiamo le olive denocciolate a pezzetti mescoliamo con la spatola e andiamo a distribuirlo sulle strisce che andremo a chiudere bene sia in alto che alle estremità.
Arrotoliamo bene ogni singola striscia e la intrecciamo alle altre fino alla fine e chiudiamo bene.
Copriamo con della pellicola così non si secca l’impasto… e lasciamo lievitare 60 min.
quando mancano 30 minuti accendiamo il forno a 200°
In un bicchiere sbattiamo un tuorlo d’uovo e un pizzico di latte (questo serve per rendere lucida la treccia) spennelliamo la nostra treccia con parsimonia e inforniamo a forno caldo ventilato 200° per 10 min. dopo abbassiamo a 170° e completiamo la cottura per altri 20 min.
Sforniamo, lasciamo intiepidire e serviamo a fette…
Una vera bontà di gusto e sapore….

Non Vi resta che provarla…

Tagliatelle al Basilico con polpettine di ricotta e concassè di pomodoro giovedì, Giu 18 2009 

Questa ricetta eseguita interamente nel bimby e nel varoma può essere tranquillamente collocata come piatto unico accompagnato da un antipastino…

Ingredienti

Per le tagliatelle trovate la ricetta Qui

Per la concassè di pomodoro trovate la ricetta Qui

Per le polpettine Trovate la ricetta Qui

Procedimento

  1. Nel boccale pulito tritiamo il basilico e unendo tutti gli altri ingredienti prepariamo la pasta per le tagliatelle che andremo successivamente a tagliare (vedi link allegato)
  2. Senza lavare il boccale prepariamo l’impasto per le polpettine di ricotta che andremo a disporre nel vassoio del varoma.
  3. Laviamo il boccale e con il cestello all’interno lo riempiamo d’acqua e portiamo a bollore 12 min vel 2 mettiamo dentro i pomodori e seguiamo il procedimento per il sugo veloce e mettiamo da parte.(io ho messo il sugo in un contenitore di plastica e dopo lo adaggiato all’interno del varoma così mentre cuocevo le polpettine mantenevo in caldo il sugo).

  1. Riempiamo nuovamente il boccale d’acqua saliamo e mettiamo dentro il cestello, portiamo l’acqua nuovamente a bollore 12 min. vel 2 temp varoma. Adagiamo sopra il Varoma e impostiamo 15 min temp varoma vel 2

  1. Quando mancano 5 minuti allo scadere del tempo buttiamo nel boccale le tagliatelle ed un filo d’olio e completiamo la cottura (controllate con una forchettina che la pasta sia cotta al dente).
  2. Completiamo il piatto, scoliamo la pasta e la versiamo in una larga pirofila, versiamo sopra il sugo di pomodoro decoriamo con le polpettine condiamo con un filo d’olio e portiamo in tavola….(naturalmente mescoliamo il tutto prima di impiattare)

Il piatto è servito
Mi auguro vi piaccia
BUON APPETITO A TUTTI!!!

Riso classico alla cantonese giovedì, Giu 18 2009 

Invece di riposare Eccoci ancora all’opera!!
Avevo voglia di rifare il riso alla cantonese che avevo fatto prima che arrivasse il bimby in casa, e stavolta col suo aiuto l’ho rifatto…
Sempre eccellente come piatto…non sarà come quello che fanno i nostri cinesi ma io lo preferisco di gran lunga…
Voi che ne dite???

Ingredienti

200 gr di riso parboiled
150 gr di piselli (io avevo quelli surgelati)
4 uova
100 gr di prosciutto cotto (ho dimenticato a metterlo in foto)
2 cucchiai di salsa di soia (facoltativo)
olio di semi Q.b.
sale e pepe Q.b.

Procedimento
Nel boccale pulito mettiamo le uova con un pizzico di sale e sbattiamo 30 sec. vel 6
Trasferiamo questo composto in una padella antiaderente di 18-20 cm leggermente unta d’olio di semi e preparate una frittatina sottile girate la frittata con il gira frittate (altrimenti usate un coperchio piatto); lasciate intiepidire e riducetela a dadini.
Sciaquiamo il boccale lo riempiamo con 2 litri d’acqua saliamo e portiamo a bollore 15 min temp. varoma.
Quando l’acqua bolle inseriamo il cestello con i piselli e cuociamo sempre a temp. veroma per 5 minuti scoliamo e teniamo da parte.
Riportiamo l’aqua a bollore lasciamo dentro il cestello e appena bolle versiamo dentro il riso e cuociamo 13 min circa
Appena è pronto lo scoliamo e teniamo da parte
Scaldiamo in una padella capiente o in un wok se l’avete un filo d’olio di semi, uniamo il riso e lo facciamo saltere 5 minuti a fiamma alta. Aggiungiamo i piselli, il prosciutto a dadini e la frittatina
rosoliamo altri 5/10 min aggiungiamo la salsa di soia facciamo insaporire qualche altro minuto sempre a fuoco vivace.
Saliamo e pepiamo a piacere e serviamo!
Il piatto è pronto

Buon appetito a tutti!!
Spero Vi piaccia
Alla prossima ricetta

Pane veloce veloce giovedì, Giu 18 2009 

Girovagando tra i vari blog mi sono imbattuto nuovamente in quello di Claudia (Alias Nanino), mi è subito saltato all’occhio la ricetta di questo pane veloce, e siccome questa settimana non l’ho ancora fatto dopo aver letto tutto consigli e suggeriment son corso in cucina armato della mia buona voglia di fare ed ecco a voi il risultato!!!
PS: non ho fotografato i passaggi perchè Nanino aveva gia fatto un buon lavoro perciò Vi rimando al suo post. e poi non c’era Livio a casa e quando sono cose così mollicce faccio fatica da solo a fotografare!!!
Ingredienti
500 gr di farina 0 (in casa avevo quella zia caua diceva 00)
13 gr di lievito fresco
un cucchiaino di malto (zia caua diceva miele)
2 cucchiaini rasi di sale fine
370 gr di acqua tiepida

Procedimento
Nel boccale ho messo il lievito, il malto, e 100 gr di acqua ho sciolto il tutto 1 min. a vel 4.
Dopo ho aggiunto la farina e fatto andare 15 sec vel 7. dopo ho impostato 1 minuto e sempre a vel 7 ho versato la restante acqua.
Trascorso questo tempo ho impostato 7 min. e impastato a vel. spiga.
L’impasto si presenta piuttosto molle, ho infarinato una ciotola di vetro, ho versato dentro l’impasto,ho coperto con della pellicola e lasciato lievitare 1 ora e mezza.
Dopo ho foderato una placca da forno con della carta da forno ho rovesciato l’impasto sopra facendo attenzione a non rovinarlo, dopo lo diviso in tre filoni e infornato a forno spento per 30 minuti a 250°poi ho abbassato a 220° per altri 15min.
Come da consiglio di nanino l’ho voluto lasciare dentro a forno spento sino a completo raffreddamento.
Ed ecco il risultato!!!

Eccellente!!!

Per intendersi somiglia parecchi al pane ciabatta poca mollica e crosta croccante
Grazie Claudia

Garganelli con pesce spada melanzane e cirietto al profumo di mentuccia giovedì, Giu 18 2009 

Dopo qualche giorno che mi frullava in testa questa ricettina mi son deciso ad eseguirla…
Giudicate Voi come è venuta…

Ingredienti x 4 persone

1 cipollotto fresco
160 gr di melanzane tagliate a cubetti (io avevo un’avanzo di polpa senza buccia)
200 gr di pesce spada al netto dello scarto
Scamorza affumicata
200 gr di pomodorini cirietto
un ciuffetto di foglioline di menta
500 gr di garganelli
20 gr di olio EVO
sale Q.b
un pizzico di peperoncino
30 gr di cognac

Procedimento

Per prima cosa tagliamo il cipollotto a rondelle, le melanzane a cubetti (non troppo piccoli),i pomodorini a spicchi la mentuccia a julienne e il pesce spada a cubetti
Nel boccale mettiamo il cipollotto tagliato a rondelle l’olio e un pizzico di sale rosoliamo 3 min. 100° vel soft antiorario.
Aggiungiamo le melanzane e rosoliamo 5 min. 100° vel soft antiorario aggiungiamo il pesce tagliato a cubetti, la menta e cuociamo 4 min sempre a vel soft antiorario temp. varoma. gli ultimi 2 minuti aggiungiamo il cognac e sfumiamo aggiungiamo i pomodorini e cuociamo per altri 5 min. temp. varoma vel soft.
Togliamo il sugo dal boccale e lo teniamo in caldo.
Mettiamo nel boccale l’acqua (io ne ho messo 1 litro perchè ho cotto solo 250 gr di pasta) 6 min. 100° vel 1 al bollore buttiamo giù la pasta e cuociamo secondo il tempo scritto sulla confezione più 1 minuto che è quello che serve all’acqua per riprendere il bollore.
Scoliamo la pasta, versiamo una parte del sugo nel boccale aggiungiamo la pasta e mescoliamo 30 sec. vel 2
Andiamo a preparare il piatto: versiamo la pasta nei piatti completiamo con un cucchiaio di sugo tenuto da parte grattugiamo sopra la scamorza con la grattugia a fori grossi e decoriamo con qualche fogliolina di menta.
Il piatto è servito
Buon appetito a tutti

Credetemi è la fine del mondo!!!

Latte di mandorle giovedì, Giu 18 2009 

Ciao a tutti,

Questa sera volevo rinfrescare la mia serata con una sana bibita che mi riportasse alle mie origini (sono siciliano), ai ricordi di quando ero bambino e la mia nonna me ne portava sempre un bicchiere in camera mentre studiavo….
Dal nuovo libro base “Io e il mio Bimby” ho voluto provare a fare il latte di mandorle ecco a Voi
dosi e procedimento

Ingredienti

50 gr di zucchero
100 gr di mandorle spelate
300 gr di acqua ben fredda

Procedimento
Posizioniamo la caraffa sul coperchio del bimby schiacciamo il tasto bilancia e pesiamo l’acqua che ci occorrerà per il nostro latte di mandorle.
Nel boccale asciutto e pulito mettiamo lo zucchero e lo polverizziamo 10 sec. vel 9.
Aggiungiamo le mandorle e polverizziamo il tutto nuovamente 20 sec vel 10
(il libro prevedeva 10 sec. a vel 10 ma erano rimasti troppi pezzi grossi così ho aumentato il tempo)
Aggiungiamo con il misurino inserito l’acqua a filo 10 sec. vel 4 e poi 10 sec. vel 10 (questo il libro non lo prevedeva ma secondo me il risultato così è migliore.
Ecco pronto il latte di mandorle, dal profumo intenso e pungente che mi ha riportato indietro nel tempo.
Buona bevanda a tutte/i

Pagina successiva »