Gelato alla fragola un’ altra storia lunedì, Ago 31 2009 

Ciao a tutti,

l’estate è arrivata e con essa la voglia di cose fresche e il gelato è uno di quelli.

Dopo aver provato quello di katia, ho voluto provare questo…
Ditemi voi cosa ve ne sembra!!

Ingredienti

250 gr di latte intero
250 gr di panna
150 gr di zucchero
300 gr di fragole fresche
1 pizzico di sale

Procedimento
Nel boccale versiamo lo zucchero, 10 sec vel 10 aggiungiamo il latte il pizzico di sale e la panna cuociamo 10 min. 90° vel. 1 otteniamo questo composto che andremo a mettere in una ciotola a raffreddare.
Una volta freddo mettiamo nel boccale pulito le fragole e frulliamo 10 sec. vel 4.
versiamo a filo la crema fredda e mantechiamo 10 sec vel. 4
Versiamo il tutto in un contenitore d’alluminio e passiamo in freezer per un giorno.
Il giorno dopo tiriamo fuori dal freezer il composto lo rovesciamo su un tagliere e lo lasciamo a temperatura ambiente per 10 min.circa dopo di chè lo tagliamo a cubetti e lo mettiamo nel boccale (precedentemente freddato in frigo per almeno 30 min così è bello fresco).
Tritiamo 20 sec. vel 10 (gradualmente)spatolando.
Dopo versiamo un misurino di latte freddo e mantechiamo 3 min vel 4 sempre spatolando.

Che ne dite?
è un’altra variante ma a me piace molto!!In coppa misto a quello di pesca che buono!!!

gelato alla pesca lunedì, Ago 31 2009 

Ciao a tutti

l’estate è arrivata e con essa la voglia di cose fresche e il gelato è uno di quelli.
ho voluto provare questo…gelato alla pesca visto che sono iniziate ad arrivare e quelle che ho preso erano dolcissime
Ditemi voi cosa ve ne sembra!!

Ingredienti

250 gr di latte intero
250 gr di panna
150 gr di zucchero
300 gr di pesche fresche e possibilmente mature al punto giusto
1 pizzico di sale

Procedimento
Nel boccale versiamo lo zucchero,10 sec vel 1 aggiungiamo il latte il pizzico di sale e la panna cuociamo 10 min. 90° vel. 1
otterremo un composto che andremo a mettere in una ciotola a raffreddare.
Una volta freddo mettiamo nel boccale pulito le pesche e frulliamo 10 sec. vel 4. versiamo a filo la crema fredda e mantechiamo 10 sec vel. 4
Versiamo il tutto in un contenitore d’alluminio e passiamo in freezer per un giorno.
Il giorno dopo tiriamo fuori dal freezer il composto lo rovesciamo su un tagliere e lo lasciamo a temperatura ambiente per 10 min.circa dopo di chè lo tagliamo a cubetti e lo mettiamo nel boccale (precedentemente freddato in frigo per almeno 30 min così è bello fresco).
Tritiamo 20 sec. vel 10 (gradualmente)spatolando. Dopo versiamo un misurino di latte freddo e mantechiamo 3 min vel 4 sempre spatolando.

Che ne dite?
è un’altra variante ma a me piace molto!!
Nella foto in coppa con quello alla fragola decorato con un ciuffetto di panna e qualche perla colorata…che buono ragazze davvero credetemi!!

Pollo alla cacciatora lunedì, Ago 31 2009 

amanti del pollo,
Oggi avevo delle coscette di pollo da fare ed ero indeciso se farle ai peperoni o alla cacciatora…ho optato per quest’ultima….
Gli ingredienti usati sono gustosi e portano in tavola sicuramente i sapori vigorosi della tradizione contadina…
A me non piace la pelle la tolgo sempre e questo ha fatto si che due coscette si siano un pò aperte la prossima volta la lascio anche perchè in questo caso fa da paracolpi!! e mantiene salda la polpa delicata delle cosce.
Però il risultato è stato davvero eccellente!!
Ingredienti
6 cosce di pollo (ma potete usare anche un pollo intero a pezzi)
400 gr di pomodorini ciliegino (o in conserva)
80 gr di olive nere col nocciolo
20 gr di filetti d’acciuga sott’olio
1/2 bicchiere di vino (circa 120 gr)
uno spicchio d’aglio schiacciato
una carota media
una costola di sedano
un rametto di rosmarino (più uno per decorare)
30 gr di olio EVO
sale e pepe Q.b.

Procedimento

Peliamo la carota e laviamo il sedano
Mettiamo nel boccale carota e sedano 3 sec. vel 5 rimarrà qualche pezzetto di carota intero io l’ho tagliato a rondelle) aggiungiamo l’olio, le acciughe, l’aglio schiacciato e soffriggiamo 6 min. 100°vel.1 antiorario.
Aggiungiamo le coscette e un giro d’olio (circa 10 gr) e rosoliamo 4 min. vel 1 temp. varoma passati i primi 2 minuti aggiungiamo le olive.
Passato questo tempo bagnamo con il vino e continuiamo la cottura 2 min. temp. varoma vel 1.
Aggiungiamo i pomodori ben lavati e sgocciolati e il gli aghi di rosmarino saliamo pepiamo e proseguiamo la cottura per 20 min. circa temp. varoma vel. soft antiorario.
Passato questo tempo componiamo il piatto con 3 coscette irroriamo col sughetto di cottura qualche oliva tre foglioline di alloro fresco e qualche ago di rosmarino.
Il piatto è servito!!

Spero vi piaccia!!
Il sapore è proprio quello d’ altri tempi!!
Ps: col sughetto avanzato domani condirò una pasta!!

Focaccia rustica di favette lunedì, Ago 31 2009 


Questa mattina mi sono dedicato a preparare una focaccia molto particolare naturalmente avvalendomi del nostro inseparabile amico!!BIMBY!!

Ingredienti

500 gr di farina 0
20 gr di lievito di birra fresco
450 gr di fave fresche (o surgelate)
15 gr di zucchero
70 gr di olio EVO
200 gr di acqua
100 gr di latte (mi son scordato di metterlo in foto)
Sale e pepe Q.b.

Procedimento
Nel boccale pulito versiamo 1 litro d’acqua con un cucchiaino di bicarbonato (serva ad accentuare il verde del fave)e portiamo a bollore 6 min. temp. varoma vel 1.
Quando l’acqua inizia a bollire inseriamo il cestello con le fave e scottiamo 10 min temp. varoma vel.1 con il misurino inserito.
Scoliamo le fave le passiamo sotto il getto d’acqua fredda (per fermare la cottura)
Priviamo le fave della pellicina e teniamo da parte.
Svuotiamo il boccale dall’acqua versiamo dentro lo scalogno intero e 30 gr di olio e tritiamo 3 sec. vel 6, raccogliamo il trito sul fondo versiamo le fave e pochissima acqua e cuociamo 10 min 100° vel soft antiorario e mettiamo da parte.
Con la spatola puliamo bene il boccale dai residui di fave e senza lavarlo mettiamo dentro il lievito i liquidi lo zucchero l’olio ed emulsioniamo 30 sec. vel 6.
Aggiungiamo la farina e per finire 15 gr di sale.
Impastiamo 2,30 min vel spiga quando manca 1 minuto aggiungiamo le fave e continuiamo ad impastare.
Lasciamo l’impasto dentro al boccale e lo lasciamo lievitare 40 min. con il misurino.(avendo fatto cuocere le fave prima di fare l’impasto otterremo la temperatura giusta di 37° sufficienti a rendere il boccale una culla tiepida per il nostro impasto)
L’impasto raggiungerà il foro del boccale a questo punto riimpastiamo 1 min vel spiga e versiamo l’impasto nella teglia grande del forno unta di olio d’oliva, aiutandoci con le mani inumidite stendiamo l’impasto sulla teglia copriamo con della pellicola per alimenti e facciamo lievitare un’oretta circa.
Una volta lievitato facciamo attenzione a rimuovere la pellicola.
Laviamo velocemente il boccale con l’autolavaggio per togliere i residui d’ impasto.
Emulsioniamo 40 gr di olio e una presa di sale, distribuiamo l’emulsione sulla focaccia, schiacciamo la pasta con le punte delle dita, formando tante fossette, e passiamo in forno preriscaldato a 230° per circa 15/20 min.(dipende dal vostro forno)
Questa focaccia si può gustare tiepida o fredda accompagnata da salumi tipo salame e crudo o perchè no con del pecorino fresco che ben si sposa con le fave.

Che ne dite vi piace?
Spero di si!!
Credetemi è qualcosa di fenomenale, erano anni che non la facevo,un vero peccato perchè ieri ho capito cosa mi son perso!!!
Alla prossima ricetta…

polpettine di merluzzo e spinaci lunedì, Ago 31 2009 

Oggi a pranzo pesce bianco per rimanere in linea, ma con quel tocco in più che lo rende speciale!!
Voi che ne dite?

Ingredienti x 4 persone

400 gr di merluzzo fresco o surgelato
1 spicchietto d’aglio
1 ciuffetto di prezzemolo
100 gr di pane raffermo
50 gr di emmenthal
200 gr di spinaci freschi
sale e pepe Q.b.
50 gr di farina di mais (per polenta)
50 gr di pangrattato
50 gr di parmigiano

Procedimento
prepariamo la panatura:
Nel boccale mettiamo il grana a pezzetti e 50 gr di pane 10 sec. vel turbo e mettiamo da parte, aggiungendo 50 gr di pangrattato e 50 gr di farina di mais sale e pepe e mischiamo.
Inseriamo l’aglio e il prezzemolo nel boccale 5 sec. vel 7 raccogliamo il trito sul fondo, aggiungiamo i restanti 50 gr di pane e l’ emmenthal e tritiamo 10 sec. vel 5.
Aggiungiamo gli spinaci 3 sec. vel 5 aggiungiamo i filetti di pesce saliamo pepiamo e tritiamo 30 sec vel 5 spatolando.
Con il composto prepariamo delle polpettina che andremo a passare nella panatura.
Accendiamo il forno e portiamo a temperatura 180. Adagiamo le polpette sulla placca da forno, le spennelliamo leggermente con dell’olio di semi e cuociamo 20 min a 180°.
Gli ultimi 6 min accendete il grill per farle dorare bene.
Serviamo il piatto accompagnandolo con una misticanza di insalatina fresca e qualche pomodoro disposto a ventaglio.
Il piatto è servito!!
Buon appetito a tutti!!
Francesco

Patate saltate venerdì, Ago 28 2009 

Ed eccoci nuovamente qui…
seguendo i consigli di Katia…per le sue patate saltate così buone pratiche e veloci che non si poteva fare a meno di aggiungerle al proprio blog.
Buone anzi buonissime si prestano bene per accompagnare piatti di carne arrosti o anche semplicemente una cotoletta…

Ingredienti

4 patate
20 gr di burro
20 gr di olio
aglio
Rosmarino
sale Q.b.
Insaporitore per arrosti Q.b.

Procedimento
Nel boccale mettiamo 1 litro d’acqua e portiamo a bollore 15 min. vel 1 temp.varoma.
Nel frattempo peliamo le patate le laviamo e le tagliamo a spicchi, adagiamo nel varoma e appena l’acqua bolle posizioniamo sul boccale e facciamo cuocere 20 min. tem varoma vel. 2
In un tegame mettiamo l’olio il burro lo spicchio d’aglio, gli aghi di rosmarino, appena le patate son pronte le versiamo nel tegame aggiungiamo l’insaporitore per arrosti e le saltiamo per 5/10 min.finchè non fanno la crosticina dorata spegniamo e serviamo.
Ed eccole pronte

Alla prossima!!
Ciao Ciao

Coniglio alla siciliana venerdì, Ago 28 2009 

oggi a pranzo visto che avevo un pò di tempo, ho voluto provare a fare il coniglio alla Siciliana all’interno del boccale del nostro ormai conosciutissimo BYMBY!!
Molti di Voi saranno scettici sulle Sue potenzialità specialmente quando si parla di fare delle pietanze dalle carni delicate come in questo caso.
Per smentire tutto/i ho voluto postare passo passo questa ricetta saporita e d’altri tempi.

Io sfruttando la cottura a piani nel varoma ho cotto le patate per poi saltarle e accompagnarle come contorno.

Ecco a voi la ricetta

Ingredienti:
per 4 persone
1 coniglio intero di circa 900 gr
50 gr di vino bianco secco
60 gr di brodo ottenuto con il dado bimby
50 gr di olio EVO
85 gr di olive verdi snocciolate
50 gr di olive nere snocciolate
200 gr di pomodorini ciliegino
1 cucchiaio di capperi in salamoia
1 pizzico di peperoncino fresco o secco
1 spicchio d’aglio privato dell’anima
sale e pepe Q.b.

Procedimento:
In una larga ciotola mettiamo dell’acqua con aceto e sale immergiamo i pezzi del nostro coniglio e lo lasciamo macerare 10 min. circa, dopo lo laviamo bene con le mani usando sempre l’acqua della ciotola e lo lasciamo scolare bene.
Nel boccale mettiamo lo spicchietto d’aglio e lo tritiamo 3 sec. vel. 7, raccogliamo con la spatola aggiungiamo le olive e tritiamo 3 sec. vel 5.
Aggiungiamo l’olio e il coniglio a pezzi e rosoliamo 10 min. temp. varoma vel.1 antiorario.
Aggiungiamo i capperi,(se necessario diamo una rigirata al coniglio passando i pezzi sotto sopra e viceversa) il peperoncino e continuiamo la cottura per altri 5 min. 100° vel. 1 antiorario.
A parte prepariamo il brodo in un bicchiere nel quale andremo ad aggiungere anche il vino.
Tagliamo i pomodorini a cubetti e passati i 5 min. li aggiungiamo al coniglio insieme al vino e al brodo, saliamo pepiamo e continuiamo la cottura 10 min. 100° vel. 1 antiorario e 30 min temp. varoma vel soft antiorario.
Se come nel mio caso volete accompagnare il coniglio con le patate saltate le tagliate e spicchi le adagiate nella campana del varoma e le cuocete 20 min. temp. varoma come Vi spiego Qui
Che ne dite?
Una volta pronto lo mettiamo in un piatto da portata irroriamo con la salsetta di olive e serviamo caldo in tavola…
…oppure direttamente nel piatto con le patate saltate…
Buon appetito a tutti!!!
A presto

Frittata al forno con la pancetta al profumo di mentuccia mercoledì, Ago 26 2009 

Ciao a tutti,
quanti di voi non conoscono uno dei più grandi classici della cucina italiana “La frittata”.
Per rinfrescare le menti e i palati oggi ho voluto prepararne una variante cotta al forno, che risulta più leggera, ma non di certo meno saporita e profumata…

Ingredienti:
7 uova
Una patata lessa di circa 150 gr
100 gr di pancetta affumicata tagliata a dadini
200 gr di scamorza affumicata
100 gr di latte
20 gr di grana grattugiato
6 foglioline di menta
Sale Q.b.
Pepe per chi piace

Procedimento:
In un pentolino mettiamo a lessare la patata 20 min. una volta cotta la spelliamo da calda e la schiacciamo in un piatto con la forchetta e teniamo da parte.
Nel boccale mettiamo la scamorza tagliata a pezzi e la tritiamo 5 sec. vel 7. mettiamo da parte.
Senza lavare il boccale, mettiamo dentro le uova, il latte, il parmigiano e un pizzico di sale e sbattiamo 5 min. 37° vel 3.
Aggiungiamo la pancetta, la patata, la scamorza grattugiata e amalgamiamo 1 min. vel 2 antiorario, aggiungiamo la menta sforbiciata e mescoliamo altri 30 sec. vel. 2 antiorario, lasciamo riposare il composto in frigo per 10 min.
Se non avete uno stampo da plum-cake in silicone come il mio, imburratene e infarinatene uno della capienza di un litro, versiamo dentro il composto e passiamo in forno preriscaldato a 180° per 45 min.
Sformiamo la nostra frittata, decoriamo con qualche fogliolina di menta e portiamo in tavola.
Se vi piace potete accompagnare la frittata tagliata a fette con della rucola fresca condita con un filo d’olio sale e pepe…
Il piatto è pronto
Ps: questa frittata è buona anche fredda è può essere un’ottima idea per un picnic di fine estate…
Buon appetito a tutti!
Francesco

Salmone al graten lunedì, Ago 24 2009 

Bentrovati!!!
Oggi a pranzo avevo voglia di pesce così ho deciso di fare il salmone al graten con l’aiuto del bimby e del suo accessorio (che pochi forse usano) Il varoma!!

Ingredienti:
4 tranci di salmone (meglio la coda è più gustosa e si presta molto bene allo scopo)
50 gr di pane raffermo
30 gr di capperi in salamoia (lavati e strizzati)
un ciuffetto di prezzemolo fresco
1 spicchietto d’aglio privato dell’anima
50 gr di olio EVO
1 litro d’acqua
un cucchiaino di origano
3 foglie di salvia
1 foglia di alloro
5 foglie di basilico
Un pizzico di peperoncino
Sale e pepe Q.b.
2 zucchine
3/4 patate

Procedimento:
Laviamo il salmone, ungiamo d’olio il vassoio del varoma e vi adagiamo i tranci.
Nel boccale mettiamo gli aromi, il pane raffermo, i capperi sale e pepe e tritiamo 20 sec. vel. 6, aggiungiamo l’olio e amalgamiamo 10 sec. vel. 6, otterremo una concia piuttosto umida che andremo a spalmare sui tranci di salmone, (teniamone in parte un pò per condire le verdure.)
Senza lavare il boccale mettiamo dentro l’acqua e portiamo a bollore 7 min. 100° vel. 1, mentre aspettiamo che l’acqua bolle tagliamo le zucchine a rondelle e le patate a spicchi e le mettiamo nella campana del varoma.
Quando l’acqua bolle posizioniamo il varoma e cuociamo 20/25 minuti temp. varoma vel. 2.
Andiamo a preparare il piatto…
Adagiamo il salmone nel piatto accompagnandolo col le zucchine e le patate spolveriamo con la concia avanzata e serviamo…
Il piatto è pronto!!
Buon appetito a tutti!!
Francesco

Trudini all’arancia lunedì, Ago 24 2009 

Ciao a tutti, sabato, ho finito di lavorare alle 15, sono corso subito a casa per preparare la base del gelato al cioccolato “la mia versione!!!”, e poi mi son detto visto che ci sono perchè non preparo qualcosa per la colazione di domattina? ed ecco che sfogliando il ricettario “Le merende della mamma” ho visto questa meravigliosa ricetta che vado a proporvi…

Ingredienti:
250 gr di farina 00
250 gr di farina manitoba
250 gr di latte intero
70 gr di zucchero
25 gr di lievito di birra
40 gr di burro
40 gr di margarina
1 uovo intero + un tuorlo per spennellare
Marmellata di arance Q.b.
La buccia di un’arancia
Zucchero in granella
Un pizzico di sale
Un cucchiaino di spumadoro reperibile al supermercato (nella ricetta non era previsto ma giù in Sicilia viene usata per aromatizzare le brioche)

Procedimento:
Preleviamo con il pelapatate la buccia dell’arancia (solo la parte colorata) e la mettiamo nel boccale con lo zucchero tritiamo 30 sec. vel 7.
Aggiungiamo il burro e la margarina 1 min. 60° vel.1 uniamo il latte l’uovo e il lievito sbriciolato e sciogliamo 10 sec. vel. 3. Aggiungiamo le farine ed il pizzico di sale e impastiamo 3 min. vel. spiga, stacchiamo con la spatola l’eventuale impasto dalle pareti del boccale chiudiamo il coperchio, mettiamo sopra il misurino e lasciamo lievitare 1 ora circa.
Riinpastiamo nuovamente 2 min. vel spiga.
Dividiamo l’impasto in palline da 150 gr e le lasciamo lievitare 30 minuti coperti con della pellicola per alimenti.
Da ogni pallina ricaviamo un rettangolo e tagliamo in tre strisce uguali, su ogni pezzo distribuiamo la marmellata, arrotoliamo la pasta con il ripieno e formiamo tre cilindri, che intrecceremo tra loro, dividendoli a sua volta in due (così otteniamo due trudini)
Lasciamo nuovamente lievitare 30/40 min.
Accendiamo il forno a 180°.
Prima di infornarli spennelliamo con il rosso d’uovo misto con un cucchiaio di latte, cospargiamo con lo zucchero in granella e inforniamo per 15/20 min. dipende dal forno
Naturalmente possiamo sostituire la marmellata con qualsiasi altra…
Sono davvero ottimi al mattino accompagnati da una buona tazza di latte.
Spero Vi piacciano
Alla prossima ricetta
Francesco

Pagina successiva »