Ciao, dopo aver coccolato la mia Pasta Madre, mi son dato da fare sul web per trovare una ricetta di pane casereccio e iniziare a panificare.
Ho letto e riletto tanti post e blog fino a quando non sono arrivato a quello di Rossa di sera così incuriosito ed emozionato le ho scritto per chiederle delle delucidazioni su alcune cose, era la primissima volta che mi cimentavo a panificare con la mia bimba e volevo essere sicuro del risultato finale.

Che dire…ci sono proprio riuscito!!!
Ecco a Voi come ho fatto

Ingredienti:
150 g di pasta madre rinfrescata il giorno prima
100 g di farina di grano duro
350 g di manitoba
2 cucchiaini di sale
250 ml di acqua

Procedimento:
La sera prima; pesiamo la pasta madre, nel boccale aggiungiamo lo stesso quantitativo di farina (biologica) la pasta madre e l’esatta metà di acqua a temperatura ambiente e impastiamo 3 min. vel. spiga.
Togliamo l’impasto dal boccale stacchiamo i 150 gr che ci servono per il pane adagiamo in un contenitore di vetro e lasciamo fuori dal frigo fino al giorno dopo, troveremo la pasta madre bella gonfia e piena di alveolature, la restante mettiamola in frigo.

Il giorno dopo intorno alle 12.00 versiamo nel boccale la pm con l’acqua, aggiungiamo le due farine e impastiamo 5 min. vel. spiga aggiungendo il sale alla fine.
Togliamo l’impasto dal boccale formiamo una palla, pratichiamo una croce profonda in superficie adagiamo l’impasto dentro una ciotola, copriamo con un piatto e mettiamo in frigo
fino al giorno dopo…

Il secondo giorno verso le 9.00 tiriamo fuori la ciotola con l’impasto cresciuto, e lasciamo a temperatura anbiente 40-45 minuti, spolveriamo di farina il tavolo, versiamo sopra l’impasto e infariniamo leggermente. Facciamo 2 volte le pieghe (del 1 tipo), qui mi sono documentato anche io!!! copriamo con un canovaccio bagnato e lasciamo lievitare 30 minuti dentro il forno spento con la luce accesa.
Riprendiamo l’impasto in mano e lo tiriamo un pò, dandogli la forma del filoncino.
Copriamo con il canovaccio bagnato e lasciamo lievitare ancora 2 – 3 ore

Passate le 2,30 ore circa riscaldiamo il forno a 220° con dentro una placca o se l’avete la pietra refrattaria, quando il forno è caldo, spolveriamo di farina il filoncino, pratichiamo un lungo taglio (comincerà ad aprirsi subito), lo spostiamo sulla placca bollente o sulla pietra e inforniamo per 1 ora 10 minuti, spruzzando dell’acqua all’interno del forno per dare il colpo di vapore.
Sforniamo il nostro filoncino e lasciamolo raffreddare sulla grata

Questo pane oltre a riportare davero indietro nel tempo per via del suo profumo, presenta una crosta bella spessa che potete notare anche Voi dalla foto.

Come primo esperimento direi che è andato piuttosto bene adesso non mi resta che cimentarmi in altre preparazioni che naturalmente condividerò con Voi tutti!!!

Vi ringrazio di cuore e ringrazio Rossa di sera…
…e mi raccomando datemi un Vostro parere, se usate anche Voi la pasta madre son qui pronto e ben disposto a leggere tutti i Vostri consigli e suggerimenti per ottenere un risultato al di sopra delle aspettative….

Un mega abbraccio a tutti!!!
Francesco
Annunci