Eccomi qui!! finalmente la dieta è finita e posso riprendere a mangiare il pane…

…questa mattina spulciando nella mia casella di posta elettronica, ho trovato la ricetta di un pane bianco mandatami da una lettrice del blog “antonella S…”

Partendo dalla base che mi ha mandato lei, ho voluto arricchire questo pane con del timo fresco e delle olive nere in salamoia.

Ne è venuto fuori un pane morbido e da mangiare ancora tiepido, intingendolo nel miglior olio d’oliva o perchè no nel più sofisticato aceto balsamico, accompagnato naturalmente da un buon bicchiere di vino…

Credo fermamente che questo pane sarà indispensabile per iniziare un buon pasto e sarà anche un degno accompagnatore di appetitosi antipasti….

Ingredienti:
500 gr di farina manitoba
10 gr di lievito di birra fresco
250 gr di acqua
15 gr di zucchero
10 gr di sale
40 gr di olio di semi di girasole
30 olive nere in salamoia
un ciuffetto di timo fresco

Procedimento:
Nel boccale versiamo l’acqua, lo zucchero e il lievito e sciogliamo 30 sec. 37° vel.2.
Aggiungamo adesso i restanti ingredienti meno il sale che andremo ad aggiungere passati i primi 30 sec. e impastiamo 5 min. vel. spiga.
Togliamo l’impasto dal boccale lavoriamolo qualche minuto con le mani sino a renderlo bello liscio, adagiamolo in una terrina di vetro e lasciamolo lievitare 1 ora e 30 min. coperto con della pellicola.
Mentre aspettiamo la lievitazione snoccioliamo le olive e tagliamole a filettini, laviamo il timo e mettiamolo ad asciugare.
Passato il tempo di lievitazione schiacciamo con le nocche la pasta lievitata un paio di volte per sgonfiarla.
Infariniamo il piano con della farina e stendiamo l’impasto in un rettangolo stretto di 25X60 cm,

-0-

spargiamo sopra le olive e le foglioline di timo, chiudiamo i lati dell’impasto ribaltandoli verso l’interno,

-0-

pizzichiamo la linea di congiunzione, arrotoliamo delicatamente la pasta con le mani e formiamo un lungo salsicciotto.
Trasferiamo attentamente l’impasto su una teglia precedentemente foderata con carta forno, modelliamola a forma di ciambella, congiungendo e saldando le estremità e spolveriamola con una manciata di farina.

-0-

Accendiamo il forno a 250° per 2 min. spegniamo e lasciamo accesa la luce interna. Inseriamo all’interno del forno la teglia con la nostra ciambella e lasciamola lievitare 1 ora e 30 min.
Quando mancano 30 min. allo scadere della lievitazione togliamo la teglia dal forno accendiamolo e impostiamo la temperatura a 250°.
Pratichiamo delle leggere incisioni su tutto il perimetro del nostro pane aiutandoci con un coltello affilato.

-0-

Inforniamo e cuociamo per 15 min. a 250°.

Sforniamo e facciamo intiepidire su una gratella.

Questo pane come Vi dicevo all’inizio può essere mangiato caldo, oppure una volta raffreddato potete anche congelarlo per un massimo di un mese…

Ma ho i miei dubbi che arrivi ad essere congelato, è troppo soffice e anche troppo buono!!!

Grazie ad Antonella per avermi mandato la ricetta e grazie a Voi per la pazienza che avete nel leggere i miei lunghissimi post….

Un abbraccio
Francesco

Annunci