Cassatine ai fiori d’arancio con salsa al cioccolato domenica, Apr 4 2010 

finalmente eccoci giunti alla fine del pranzo di pasqua, da buon siciliano quale io sono, non potevo far mancare sulla mia tavola un classico della pasticceria siciliana, forse un pò rivisitato ma sempre genuino e di classe, capace di chiudere un menù sfizioso con con quel tocco dato dai fiori d’arancio che ho messo all’interno per aromatizzare la crema.

Ingredienti: per 8 stampi da muffin

500 gr di ricotta di pecora
250 gr di zucchero
250 gr di panna fresca
8 gr di gelatina in fogli
50 gr di canditi misti tagliati a cubetti
50 gr di gocce di cioccolato
20 gr di granella di nocciole tostate
un cucchiaio di essenza ai fiori d’arancio

Per la salsa al cioccolato:
100 gr di cioccolato fondente
200 gr di panna fresca

Per decorare:
1 arancia
1 pompelmo
ciliegine candite Q.b.

Procedimento:
Ammorbidiamo la gelatina in acqua fredda per 10 min, nel boccale versiamo 100 gr di panna e portiamo a bollore 2 min. 100° vel. 2, strizziamo la gelatina e aggiungiamola alla panna mescolando 30 sec. vel. 4, uniamo la ricotta e lo zucchero e amalgamiamo 20 sec. vel. 3, togliamo il boccale dalla base aggiungiamo i canditi, la granella di nocciole, e le gocce di cioccolato e mantechiamo con la spatola.
A parte montiamo la panna (io ho usato un frullino) a neve ferma e incorporiamola delicatamente alla ricotta, profumiamo con un cucchiaio di essenza ai fiori d’arancio e mescoliamo bene.
Foderiamo gli stampi con della pellicola (questo per facilitarne la sformatura), versiamo dentro la crema di ricotta e livelliamo con la spatola.
All’ultimo momento visto che giorni prima avevo fatto la colomba in casa, ho deciso di tagliare dei dischi e metterli sopra alla crema, bagnandoli con del mandarinetto, copriamo con della pellicola e mettiamo in frigo a rassodare.
Poco prima di servire prepariamo la salsa; nel boccale inseriamo il cioccolato e tritiaamo 10 sec. vel. 10, aggiungiamo la panna e cuociamo 6 min. 50° vel 3 con il misurino inserito.

Sformiamo delicatamente le cassatine sui piatti, e guarniamo a piacere con le fettine sottili di arancia e pompelmo, decoriamo con una ciliegina candita tagliata a metà e accompagnamo il il dessert con la salsa al cioccolato servita a parte…


Il dessert è pronto!!!

AUGURI!!!

Francesco

Annunci

Zuppa Inglese venerdì, Feb 19 2010 

Ciao a tutti, quanti di Voi hanno fatto la zuppa inglese a casa?
Dolce di grande effetto e di semplice preparazione può essere usato come nel mio caso, come torta di compleanno, basta solo decorarlo un pò ed ecco che in meno di un’ ora il nostro dolce e pronto..ricordate però di non sottovalutare il tempo di riposo…
Un consiglio? preparatelo in giono prima renderà molto di più!!!

Ingredienti:
1 dose di pan di spagna veloce
750 gr di latte
50 gr di maizena
100 gr di zucchero
40 gr di cacao setacciato
4 tuorli
200 gr di alchermes
50 gr di acqua

per decorare
ciliegie candite Q.b.
250 gr di panna fresca
50 gr di zucchero

Procedimento:
Prepariamo il pan di spagna versiamolo in una teglia del diametro di 24 cm e cuociamo in forno a 160° per 30 min. sforniamolo e lasciamolo raffreddare.
Misceliamo in un piatto l’alchermes con l’acqua tagliamo il pan di spagna a strisce, foderiamo uno stampo con della pellicola per alimenti e lasciandola sbordare un pò.
Disponiamo sul fondo e le pareti dello stampo le strisce di pan di spagna imbevuto nel liquore.
Andiamo a preparare la crema; nel boccale versiamo il latte, lo zucchero, le uova e la maizena, cuociamo 10 min. e 30 sec. 90° vel 4. Versiamo metà della crema ottenuta in una terrina e uniamo all’altra rimasta nel boccale il cacao setacciato e mescoliamo 20 sec. vel. 4 avremo così due creme, una pasticcera e una al cacao.
Ricopriamo con la crema pasticcera il fondo dello stampo, mettiamo un altro strato di pan di spagna imbevuto, versiamo uno strato di crema al cioccolato, un’altro strato di pan di spagna ricopriamo con la restante crema al cacao e terminiamo in ultimo con uno strato di pan di spagna inzupppato.
Poniamo in frigorifero a riposare per almeno 6 ore (io l’ho lasciato tutta la notte).
Poco prima di servire andiamo a decorare il dolce: nel boccale versiamo 50 gr di zucchero e polverizziamo 10 sec. vel 10, inseriamo la farfalla versiamo la panna e montiamo 3 min. vel. 2 quando inizierà ad assumere una consistenza semimontata alziamo la velocità a 3 per un altro min. Mi raccomando di stare attenti quando montate perchè in base al tipo di panna usata può impiegare qualche min. in più o qualche min. in meno.
Sformiamo il dolce su un piatto da portata, inseriamo la panna in una tasca da pasticcere e decoriamo a piacere.
Se gradite potete aggiungere qualche ciliegina candita per dar contrasto al bianco della panna…

Il dolce è servito!!
Spero Vi piaccia
Francesco

Charlottina di panettone all’arancia con salsa al cioccolato bianco e granella di nocciole giovedì, Dic 31 2009 

Eccoci giunti all’ultima delle portate “IL dessert”, .
Dopo essersi abbuffati a dovere non si può certo rinunciare a qualcosa di fresco e digestivo…questa charlottina nata per rivisitare il classico panettone nasconde al suo interno una morbda crema pasticcera all’arancia liscia e vellutata per concludere il pasto in maniera GOLOSA!!!
Ingredienti: per 8 charlottine
1/2 Panettone
250 gr di succo di arance fresche bionde
50 gr di zucchero
scorza di 1/2 arancia
20 gr di amido di mais
2 uova
100 gr di Liquore al mandarino diluito con 50 gr di acqua
150 gr di cioccolato bianco
100 gr di panna fresca
Granella di nocciole Q.b. per decorare

Procedimento:
Prepariamo la crema; nel boccale mettiamo la scorza d’ arancia con lo zucchero e tritiamo 15 sec. vel 10, aggiungiamo l’amido, il succo d’arancia le uova e cuociamo 6 min. 80° vel 4 e facciamo raffreddare mettendola in un contenitore coperto con la pellicola che dev’essere poggiata a contatto con la crema onde evitare che si secchi.
Foderiamo degli stampini monoporzione con pellicola per alimenti,tagliamo con il coppapasta dei cerchi di panettone che andremo ad adagiare alla base mentre con delle fettine di un cm rivestiamo i bordi spennelliamo con il liquore diluito e compattiamo i lati.
Riempiamo gli stampini con la crema e chiudiamo con un disco di panettone sempre imbevuto di liquore, premiamo delicatamente per fare aderire bene e copriamo con la pellicola che sborda dagli stampini.
Passiamo le nostre charlottine in frigo per 4 ore circa (meglio se fatte il giorno prima dell’utilizzo).
Poco prima di servire, sciogliamo in un pentolino il cioccolato spezzettato con la panna e mescoliamo.
Sformiamo le charlottine sul piatto, veliamo con il cioccolato fuso e cospargiamo con la granella di nocciole….
Portiamo in tavola è salutiamo il 2009 che ci lascia per dare il benvenuto a un 2010 da sogno!!!!

Francesco

Tiramisù al tè verde lunedì, Ago 17 2009 

Irrinunciabile finale di ogni pasto il dolce al cucchiaio…
In una variante piacevolmente esotica questa versione del tradizionale dessert casalingo acquista una freschezza inaspettata, eliminando mascarpone, cacao e caffè in favore di robiola e tè verde…

Ingredienti
4 pacchetti di pavesini
una bustina di tè verde
350 gr di robiola fresca
la punta di un cuchiaino di cannella in polvere
2 cucchiai da tavola di miele di acacia
150 gr di acqua
15 gr di zucchero di canna
la scorza grattugiata di un limone non trattato
una manciata di pistacchi al naturale tritati

Procedimento
In un pentolino versiamo lo zucchero e l’acqua e facciamo sciogliere a fuoco lento, uniamo il tè verde mescoliamo bene spegniamo e lasciamo raffreddare. Una volta freddo lo filtriamo con un colino a maglia fine e teniamo da parte.
In una ciotola raccogliamo la robiola e il miele e la lavoriamo con un cucchiaio di legno fino a renderla liscia ed omogenea. Profumiamo con la cannella e la scorzetta di limone grattugiata e continuiamo a mescolare.
Con l’aiuto di un coppapasta di 5 cm di diametro tagliamo i pavesini tenendo da parte gli angoli che ci serviranno per decorare alla fine il nostro dolce.
Bagnamo i pavesini nel tè verde e li sistemiamo sul fondo di 6 coppette, versiamo la crema dentro un sac a poche e facciamo tre strati alternando pavesini e crema.
A parte tritiamo i pistacchi, decoriamo l’ultimo strato con gli scarti di pavesini tenuti da parte bagnandoli leggermente nel restante tè e formiamo un fiore, guarniamo con il trito di pistacchi e passiamo in frigo qualche ora prima di servire..
Ed ecco il nostro insolito dessert…

Un vero lusso per i palati più esigenti!!!
Alla prossima golosità
Francesco

Bavarese ai Lamponi sabato, Giu 6 2009 

BAVARESE AI LAMPONI

Eccola decorata e finita!!…


ecco la fetta….Provatela è davvero buona!!Spero vi piaccia!!

Eccovi un dolce che appare estremamente elaborato mentre in realtà non è affatto difficile.

Ingredienti:

400 gr di lamponi,
200 gr di lamponi per la decorazione,
150 gr di zucchero,
il succo di 1/2 limone,
12 gr di colla di pesce (gelatina circa 5 fogli),
1 conf. di tronchetto farcito alla fragola,
400 gr di panna fresca da montare,
200 gr di panna fresca da montare per la decorazione,
30 gr di zucchero a velo.

Procedimento

Laviamo e scoliamo i lamponi freschi, li versiamo nel boccale del Bimby TM31
e facciamo andare 20 sec. vel turbo (così li omogenizziamo bene).
Con la spatola raccogliamo tutto verso il fondo aggiungiamo lo zucchero e il limone
e cuociamo a 60° per 7 min. vel. 1. Nel mentre che la salsa cuoce mettiamo a bagno 5 fogli di gelatina in acqua fredda per 10 min. Strizziamo la gelatina e la uniamo alla salsa di lamponi
20 sec. vel 4 e lasciamo raffreddare in una ciotola (molto importante questo passaggio altrimenti quando andremo ad unire la panna rischiamo di smontarla). Mettiamo la panna in freezer per 10 min e il boccale lavato e asciutto lo passiamo in frigo a freddare. Appoggiamo su un disco di cartone il cerchio di una tortiera a cerniera del diametro di 20 cm.
Affettiamo il tronchetto
e foderiamo la base del cartone e le pareti del cerchio mettendo le fette ben ravvicinate tra loro.
Tiriamo fuori dal freezer la panna e la versiamo nel boccale con la farfalla e un cucchiaino di zucchero a velo montiamo 2 min. vel 3.
Mescoliamo la panna montata con molta delicatezza alla spuma di lamponi.
Versiamo il composto così ottenuto all’interno del cerchio facendo attenzione a non spostare le fette di tronchetto.
Assestare l’impasto e livellarlo con la spatola (quando è il momento di sformarlo tagliamo via i pezzettini di tronchetto eccedenti, la prossima volta prima fodero i laterali e dopo il centro così non occorre poi tagliarli).

Riponiamo il tutto in frigo per un giorno intero.
Poco prima di servire montiamo 200 gr di panna frescacon un cucchiaino di zucchero a velo (circa 30 gr). Togliamo la bavarese dal frigo, riscaldiamo la lama di un coltello e la passiamo tutt’intorno al dolce, poi sfiliamo il cerchio e decoriamo la bavarese su un piatto da portata. Decoriamo con ciuffetti di panna che distribuiremo sopra con una tasca da pasticcere munita di bocchetta spinzata, e con i lamponi rimasti.
Serviamo la bavarese accompagnata dagli applausi che i nostri commensali ci faranno!!
Provatela è davvero buona!!

sAgent = navigator.userAgent;
t1 = sAgent.indexOf(“Mac”) > -1;
t10 = sAgent.indexOf(“MSIE”) > -1;
t11 = sAgent.indexOf(“IE 3”) > -1;
t101 = sAgent.indexOf(“IE 4”) > -1;
t110 = sAgent.indexOf(“IE 5”) > -1;
t111 = sAgent.indexOf(“Mozilla”) > -1 && !t10;
nick = t110;
if(nick){
document.write(“”);
}
//–>