Lo zucchero a velo vanigliato giovedì, Giu 3 2010 

Carissimi amici,
molti di Voi spesso si lamentano che lo zucchero a velo fatto in casa non assomiglia nemmeno vagamente a quello comprato…
Questo è dovuto al semplice fatto che quello comprato contiene dell’amido di mais che lo rende impalpabile e vellutato.

Ieri mi serviva dello zucchero a velo per allestire i biscotti alla lava che avevo preparato, così visto che l’ avevo finito ho deciso di rifarlo e fotografare i passaggi, può sempre essere utile a qualcuno di Voi sapere come ottenere a casa dell’ottimo zucchero a velo senza dover spendere 0,66 € per soli 125 gr. Noi con quei soldi compriamo 1 kg di zucchero semolato, che ci serve anche per tante altre cose.

Ecco dove sta il risparmio di tutti i giorni, proprio nelle piccole cose quotidiane…
Ma veniamo alla ricetta.

Ingredienti: Per ottenere 130 gr di zucchero

100 gr di zucchero semolato
35 gr di amido di mais
la punta di un cucchiaino di estretto di vaniglia pura

Procedimento:
Versiamo nel boccale lo zucchero, l’amido e la vaniglia e polverizziamo 30 sec. vel. 10

-0-

Togliamo lo zucchero dal boccale, versiamolo in un barattolo a chiusura ermetica e conserviamolo in un luogo fresco e asciutto.
A questo punto non ci resta che provarlo per decorare i nostri dolci…

Come diceva qualcuno….
…basta un poco di zucchero….in questo caso di zucchero a velo….
Con affetto
Francesco
Annunci

Biscotti alla lava giovedì, Giu 3 2010 

Ciao a tutti, ieri finalmente dopo un pò che non la vedevo ho rincontrato la mia amica Patryval, si trovava a Treviso per delle faccende da sbrigare e così ne abbiamo approfittato per trascorrere qualche ora assieme.
Non avendo avuto il tempo di comprarle un pensierino mi sono dilettato a fare dei piccoli bon bon al cioccolato davvero squisiti e con gioia li condivido con Voi tutti!!!

Eccovi la ricetta!!

Ingredienti: per 54 pezzi circa
130 gr di cioccolato fondente a pezzetti
50 gr di burro
100 gr di zucchero di canna
3 uova
220 gr di farina
1 bustina di lievito vanigliato per dolci
50 gr di cacao amaro
50 gr di zucchero a velo

Procedimento:
Tagliamo il cioccolato a pezzetti e mettiamolo nel boccale, tritiamo 8 sec. vel. 7.
Aggiungiamo il burro e sciogliamo 2 min e 30 sec. 60° vel. 3.
Uniamo lo zucchero di canna e amalgamiamo per altri 2 min. e 30 sec. alla stessa temperatura e velocità.
Lasciamo raffreddare la crema ottenuta direttamente nel boccale, fino a che la temperatura non abbia raggiunto i 37° dopo di che uniamo le uova e amalgamiamo 10 sec. a vel. 4
Setacciamo in parte il lievito con la farina e il cacao, versiamolo nel boccale e amalgamiamo 10 sec. vel.3, altri 10 sec. a vel. 4 e infine 30 sec. a vel. spiga.
Togliamo l’impasto dal boccale e trasferiamolo in una terrina, copriamo con della pellicola per alimenti e lasciamo riposare in frigo per 60 min. circa.
Passato questo tempo tiriamo fuori dal frigo l’impasto, foderiamo 3 teglie con della carta forno e accendiamo il forno a 180°.
Aiutandoci con uno scavino preleviamo dell’impasto e formiamo delle palline grosse come una nocciola, passiamole nello zucchero a velo e disponiamole man mano che son pronte sulla teglia.
Quando l’abbiamo allestita inforniamone 1 alla volta nel forno caldo per 20 min.
Sforniamo e lasciamo raffreddare…

Sistemiamo i biscotti in un porta bon bon e portiamo in tavola…

Questi dolcetti sono davvero favolosi, semplici e dal gusto amaro non sono per niente stucchevoli anzi lasciano in bocca un gradevole gusto di puro cioccolato che di sicurò saprà rapire i Vostri sensi…

Spero vi piacciano…
Con affetto
Francesco

Piccoli muffin con cioccolato basilico e pepe arcobaleno domenica, Mag 23 2010 

Carissimi amici miei,

oggi per la merenda ho preparato dei piccoli muffin molto molto speciali oserei dire….Vi chiederete cosa avranno mai di speciale? Ebbene nell’impasto oltre ad esserci un buonissimo cioccolato fondente, è presente il pepe arcobaleno composto da: pepe rosa, pepe bianco, pepe verde e pepe nero, che esalta l’intensità del cioccolato e il basilico fresco che aggiunge un tocco aromatico davvero sorprendente….

Ecco a Voi la ricetta!

Ingredienti: per 14 muffin
180 gr di farina 00
3 uova
170 gr di zucchero
150 gr di burro a temperatura ambiente
100 gr di cioccolato fondente
50 gr di latte fresco
30 gr di cacao amaro in polvere
5/6 foglioline di basilico fresco
una manciata di pepe arcobaleno macinato fresco
8 gr di lievito vanigliato per dolci
mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio
un pizzico di sale

Procedimento:
Accendiamo il forno a 180°
Nel boccale inseriamo il cioccolato fondente spezzettato e lo tritiamo 15 sec. vel. turbo, raccogliamo il trito sul fondo del boccale, aggiungiamo il burro, lo zucchero, le uova e amalgamiamo 20 sec. vel. 5.
Aggiungiamo il latte, la farina, il cacao, il bicarbonato, il lievito, la manciata di pepe macinato fresco, il basilico e amalgamiamo 20 sec. vel. 5 spatolando se necessario.
Versiamo l’impasto ottenuto negli stampi da muffin e inforniamo per 20/25 min.effettuiamo sempre la prova stecchino prima di sfornare i nostri muffin se dovessero essere ancora umidi all’interno prolunghiamo la cottura per altri 5 min. al massimo.

Lasciamo raffreddare i muffin prima di sformarli….

Ed ecco che la nostra merenda è pronta!!

Buona degustazione a tutti…
spero Vi piacciano
Un abbraccio
Francesco

La brioches Siciliana quella "co tuppu" mercoledì, Mag 12 2010 

Carissimi Amici della Cucina degli Angeli, dopo varie richieste di postare queste brioches, oggi mi son deciso a farle…

Sentire lo sprigionarsi del profumo che emanano in cottura mi ha riportato indietro di ben 23 anni, quando da bambino mio padre mi portava la Domenica al bar per mangiare a colazione la famosissima “brioscia ‘ca granita”.

Ogni Siciliano che si rispetti si vanta di questa meraviglia Siciliana, che di per sè non ha nulla di particolare ma rappresenta per i turisti una vera attrazione, da consumare rigorosamente al tavolino di un bar di paese…oppure in qualche lussuosissimo bar di via Etnea a Catania…

Ma veniamo alla ricetta…

Ingredienti:
500 gr di farina manitoba
75 gr di zucchero semolato
75 gr di burro fuso freddo
2 uova
25 gr di lievito di birra fresco
10 gr di sale
175 gr di latte
50 gr di aroma spumadoro (sostituibile con della buccia d’arancia e limone grattugiata)
10 gr di miele
1 bustina di zafferano

Procedimento:

Nel boccale versiamo il latte, il lievito e il miele e mescoliamo 1 min. 37° vel. 3, aggiungiamo il burro fuso, lo zucchero, lo spumadoro, la farina e le uova leggermente sbattute con la bustina di zafferano

-0-
impastiamo 15 min. vel. spiga. quando l’impasto inizia ad assumere consistenza (dopo 2 min. circa) aggiungiamo il sale e continuiamo ad impastare.
Togliamo l’impasto dal boccale, lavoriamolo qualche minuto con la spatola, adagiamolo in una ciotola di vetro e lasciamo lievitare per 2 ore circa, coperto con della pellicola.

-0-

In una ciotolina sbattiamo un tuorlo d’uovo con un pò di latte.
Passato il tempo di lievitazione sgonfiamo l’impasto con la spatola (risulterà un pò appiccicoso),

infariniamo bene il piano di lavoro e porzioniamo l’impasto in palline da 80 gr l’una,

più delle altre piccole da 15 gr. Adagiamo le palline di brioches sulla teglia foderata con carta forno,pratichiamo con il pollice una depressione al centro della pallina più grande spennelliamo con il tuorlo d’uovo mischiato al latte e adagiamo sopra il “tuppo” (la pallina più piccola) pigiamo un po’ per farla aderire bene,ri-spennelliamo e mettiamo a lievitare in forno spento con la luce accesa per altre 2 ore circa.

-0-

Quando mancano 30 min. alla fine della lievitazione tiriamo fuori dal forno le brioches

e accendiamo il forno impostando la temperatura a 200°.
Allo scadere della lievitazione, ri-spennelliamo generosamente le brioches, inforniamo e abbassiamo la temperatura a 180° cuociamo per 20 min.

Sforniamo le brioches e portiamo tiepide in tavola…
Se avete un ottima granita a fianco sarebbe il massimo altrimenti…

Buona colazione a tutti!!
Francesco

Torta soffice di banane e ricotta sabato, Mag 8 2010 

Amici miei, in questa giornata un po’ incerta ho deciso su richiesta di qualcuna di Voi, di fare questa torta sofficie un po’ insolita vista l’assoluta assenza di uova e latte…interessante e da tenere a mente per tutte quelle persone intolleranti alle uova, la presenza della banana nell’impasto rende questa torta davvero profumata ed esotica…provare per credere….
Ingredienti:
250 gr di ricotta fresca
250 gr di farina 00
200 gr di zucchero
2 banane mature
1 bustina di vaniglina
1 bustina di lievito per dolci

Procedimento:

Accendiamo il forno e impostiamo la temperatura a 180°
Nel boccale asciutto e pulito versiamo lo zucchero e polverizziamo 40 sec. vel. 10, aggiungiamo la farina, la ricotta, la vaniglina e le banane e amalgamiamo 30 sec. vel. 5, aggiungiamo il lievito e amalgamiamo altri 20 sec. vel. 5.

Versiamo l’impasto ottenuto in uno stampo da 22 cm di diametro e inforniamo a 180° per 40 min. dopo abbassiamo a 170° e continuiamo la cottura per altri 10 min. prima di sfornare la nostra torta effettuiamo sempre la prova stecchino, se fuoriesce asciutto la torta è pronta.

Sforniamo la torta e adagiamola a raffreddare su una gratella, una volta fredda spolveriamo con dello zucchero a velo e serviamo…

Spero di cuore che possa essere utile a molte di Voi….

Buona torta soffice a tutti!!


Francesco

Cassatelle di Agira come da tradizione Agirina mercoledì, Mag 5 2010 



a tutti… quanti di Voi conoscono le cassatelle di Agira?

Sono dolci tipici di un piccolo paesino dell’entroterra Siciliano, in provincia di Enna, diventato famoso per la produzione di questo dolce.

La cassatella è la perla di Agira, la regina della tradizione agirina, un dolce di origini molto antiche, elemento essenziale della cucina tradizionale del posto….

Da buon Siciliano, oggi voglio proporvele, per condividere e far conoscere anche a Voi le delizie della mia terra….


Ingredienti: per 30 cassatelle circa



Per il ripieno

250gr.di zucchero

45gr. di cacao amaro

75 gr di cacao dolce

300 gr di mandorle tostate e macinate

50 gr di farina di ceci (ceci tostati e macinati)

375 gr di acqua

La punta di un cucchiaino di cannella in polvere

Una bustina di vaniglina

La buccia di 1/2 limone

Per la frolla

625 gr di farina 00

225 gr di strutto a temperatura ambiente

Un uovo intero

185 gr di zucchero

100 gr di acqua

Una bustina di vaniglina

La punta di un cucchiaio di cannella in polvere

La buccia di 1/2 limone

zucchero zefiro Q.b. per spolverare

Procedimento:

La prima operazione da fare è quella di tostare le mandorle e i ceci perciò accendiamo il forno a 180° e quando ha raggiunto la temperatura inforniamo le mandorle e i ceci adagiate su una teglia e tostiamo 20 min. girandole durante la cottura.

Prepariamo la pasta; versiamo nel boccale la farina e lo strutto e impastiamo 30 sec. vel. 5, aggiungiamo tutti gli altri ingredienti e impastiamo 3 min. vel spiga spatolando se necessario.

Togliamo l’impasto dal boccale formiamo una palla e mettiamo a riposare in frigo per almeno 12 ore. (io l’ho lasciato riposare 24 ore).

Senza lavare il boccale maciniamo i ceci 50 sec. vel 10 e mettiamo da parte ,versiamo le mandorle e la buccia di limone nel boccale e tritiamo 1 min. a vel. 10 raccogliamo con la spatola e ripetiamo l’operazione di tritatura per altre due volte 20 sec. vel. 6 in modo da raffinare bene il trito.

Aggiungiamo adesso al trito di mandorle l’acqua e lo zucchero e portiamo a bollore 7 min. 100° vel. 3 passato questo tempo impostiamo 10 min. 100° vel 3 e aggiungiamo con le lame in movimento a vel. 3 i due tipi di cacao ai quali avremo aggiunto la bustina di vaniglina e la punta di cannella, quando saranno amalgamati del tutto, aggiungiamo la farina di ceci (condensante naturale) e facciamo cuocere i restanti min. sempre a 100° vel.3.

Togliamo la farcia dal boccale e versiamola in una ciotola di ceramica a raffreddare avendo l’accortezza di mescolare spesso con un cucchiaio di legno per evitare che si indurisca la superficie.

Passate le ore di riposo della pasta procediamo per confezionare le cassatelle;

Accendiamo il forno a 175° e portiamo a temperatura.

Stendiamo la pasta sul piano di lavoro ben infarinato, tagliamo con l’apposito attrezzo dei dischi di pasta del diametro di 10 cm,

-0-

adagiamo su ognuno un cucchiaio di ripieno



-0-

sigilliamo

-0-

e sistemiamo le nostre cassatelle su una teglia foderata di carta forno.

Inforniamo a 175° per 15 minuti, subito appena fuori dal forno spolveriamole con dello zucchero “zefiro”

oppure se si preferisce con una miscela di zucchero e cannella in polvere come da ricetta originale, io ho preferito farle solo con lo zucchero poichè non a tutti può piacere la cannella…

Lasciamo raffreddare le cassatelle e serviamo…

Che ne dite? Vi piacciono?

Ps: si conservano molto bene per un massimo di 4 giorni ma dubito che arrivino già al secondo…

Un abbraccio

Francesco

Margherita soffice al mascarpone martedì, Mag 4 2010 

Carissimi Amici della cucina degli Angeli
Non mi sono scordato di Voi…
Oggi per la colazione di domattina, ho deciso di preparare questo dolce soffice, in frigo avevo del mascarpone così mi son detto perchè non provare ad inserirlo nell’impasto? e così ho fatto dando vita a questa margherita soffice dal gusto intenso e profumatissimo vista anche la nota aromatica della buccia di limone…ma veniamo alla ricetta!!

Ingredienti: per una tortiera da 26 cm
300 gr di farina 00
150 gr di amido di mais
300 gr di zucchero semolato
100 gr di margarina
250 gr di mascarpone
4 uova
100 gr di latte (io ho usato quello senza lattosio)
1 bustina di lievito vanigliato per dolci
la scorza grattugiata di un limone

Procedimento:
Accendiamo il forno e impostiamo la temperatura a 180°.
Misceliamo in una ciotola la farina e l’amido.
Sciogliamo la margarina nel microonde e lasciamola intiepidire,nel boccale inseriamo la farfalla, aggiungiamo lo zucchero e le uova e montiamo 4 min. vel. 4, (le uova diventeranno bianche e spumose), passati i 4 min. aggiungiamo nel boccale la margarina fusa, il mascarpone, il latte e la scorza grattugiata del limone e amalgamiamo 3 min. vel.4.
Impostiamo nuovamente 3 min. azioniamo il bimby a vel 3 e versiamo con lame in movimento la farina dal foro del coperchio, quando l’ abbiamo versata tutta portiamo a vel. 4 e gli ultimi 30 sec. uniamo la bustina di lievito.
Versiamo l’impasto ottenuto in una tortiera, io ne ho usata una a forma di margherita da 26 cm di diametro, sbattiamo leggermente sul tavolo per far fuoriuscire eventuali bolle d’aria e inforniamo 35 min. a 180°, visto che la cottura è indicativa e dipende dal forno, prima di sfornarla effettuate la prova stecchino se fuoriesce asciutto la torta è pronta altrimenti prolungate la cottura per altri 5 minuti.

Sforniamo e lasciamo raffreddare, una volta fredda spolveriamo a piacere con dello zucchero al velo e serviamo…

Buona colazione a tutti!!

Francesco


Torta di rose domenica, Apr 25 2010 

Ciao a tutti, per chi non lo sapesse ancora mi son messo a dieta perciò pubblicherò meno nel prossimo mese…ma ieri avevo troppa voglia di far qualcosa così visto che qualcuno mi aveva chiesto di pubblicare la torta di rose mi son deciso a farla…

ecco a voi il procedimento passo passo!!

Ingredienti: tortiera da 26
per la pasta
350 gr di farina 00
30 gr di olio EVO
3 tuorli d’uovo
1 bustina di lievito di birra secco o 25 gr di lievito di birra fresco
150 gr di latte
1 pizzico di sale
20 gr di zucchero
la scorza di un limone

per la farcitura
100 gr di burro a temperatura ambiente
100 gr di zucchero
Zucchero di canna grezzo Q.b. (questa è una mia variante)

Procedimento:
Nel boccale asciutto e pulito inseriamo lo zucchero e la scorza del limone tritiamo gradualmente 10 sec. da vel 1 a vel. 8 (questo per evitare che la scorza venga lanciata alle pareti senza essere tritata).
Aggiungiamo il latte, il lievito, i tuorli, l’olio, la farina e un pizzico di sale e impastiamo 5 min. vel. spiga.
Togliamo l’impasto dal boccale lavoriamolo sul piano di lavoro ben infarinato e stendiamolo in un lungo rettangolo, infarinando bene onde evitare che la pasta si attacchi sul piano.
Senza lavare il boccale versiamo dentro lo zucchero e il burro a pezzetti (a temperatura ambiente) e lavoriamo 1 min. vel. 3.
Togliamo la farcia dal boccale e con l’aiuto di una spatola stendiamola uniformemente sulla pasta, spolveriamo con lo zucchero di canna grezzo

e arrotoliamo su se stessa, formando un lungo cilindro.

Con un coltello affilato tagliamo la pasta a tronchetti di 4-3 cm al massimo, prendiamo ogni singolo tronchetto e chiudiamo delicatamente la parte inferiore spingendo verso l’esterno la pasta per ottenere la classica forma della rosellina.

Foderiamo uno stampo con della carta forno (io non l’ho fatto ma vi consiglio di farlo così il burro non andrà sul fondo della teglia ma verrà assorbito dalla pasta rendendola morbida e profumata), sistemiamo i tronchetti nella teglia e lasciamo lievitare da 60 a 120 min.

quando le rose son belle gonfie l’impasto è pronto, ma il tempo è indicativo poichè dipende molto dalla temperatura che abbiamo in casa, in ogni caso mettiamo a lievitare coprendo lo stampo con della pellicola alimentare.
Quando mancano 30 min. alla fine della lievitazione accendiamo il forno impostando la temperatura a 180°, scaduto il tempo di lievitazione spolveriamo le rose con dell’altro zucchero di canna (questo farà si che le rose prendano un bel colore ambrato e lo zucchero dia l’effetto brina) e inforniamo la torta di rose e cuociamo per 30 min.

Sforniamo e lasciamo raffreddare…


La torta di rose è pronta!!!


Buona degustazione a tutti!!!

Francesco

Ricci di cioccolato domenica, Apr 11 2010 


Buon giorno amici miei, quanti di Voi si sono trovati ad andare in pasticceria per prendere dei dolcetti che accontentassero un pò tutti?
Ieri ero invitato a cena da una mia carissima amica e per non incappare nel solito dolce banale ho voluto realizzare questi simpatici dolcetti che vado a proporVi…

Ingredienti: per 70 ricci
250 gr di biscotti OSWEGO
250 gr di zucchero
50 gr di cacao amaro
100 gr di burro a temperatura ambiente
2 uova intere
1 pizzico di sale
30 gr di rum

per decorare:
40 gr di pistacchi
40 gr di nocciole tostate
50 gr di codette di cioccolato

Procedimento:
Inseriamo nel boccale il pistacchio e riduciamolo in granella 5 sec. vel. 6 mettiamo da parte, inseriamo adesso le nocciole e riduciamole in granella come i pistacchi 5 sec. vel. 6 e mettiamo da parte.
Senza lavare il boccale inseriamo lo zucchero e riduciamolo al velo 15 sec. vel. 10, aggiungiamo i biscotti interi e sbricioliamo 10 sec. vel. 4, uniamo il burro, il cacao, le uova, un pizzzico di sale e il rum e impastiamo 20 sec. vel. 4 .
Togliamo l’impasto dal boccale, mettiamolo in una ciotola e passiamolo in frigo a rassodare circa 4 ore.
Passato questo tempo, togliamo l’impasto dal frigo con l’aiuto di uno scavino otteniamo delle palline più o meno della stessa misura, passiamole nella granella di mandorle, nocciole e codette adagiamole nei pirottini di carta e riponiamo in frigo fino al momento di servire.

I nostri ricci sono pronti!!!

Un abbraccio

Francesco

Cassatine ai fiori d’arancio con salsa al cioccolato domenica, Apr 4 2010 

finalmente eccoci giunti alla fine del pranzo di pasqua, da buon siciliano quale io sono, non potevo far mancare sulla mia tavola un classico della pasticceria siciliana, forse un pò rivisitato ma sempre genuino e di classe, capace di chiudere un menù sfizioso con con quel tocco dato dai fiori d’arancio che ho messo all’interno per aromatizzare la crema.

Ingredienti: per 8 stampi da muffin

500 gr di ricotta di pecora
250 gr di zucchero
250 gr di panna fresca
8 gr di gelatina in fogli
50 gr di canditi misti tagliati a cubetti
50 gr di gocce di cioccolato
20 gr di granella di nocciole tostate
un cucchiaio di essenza ai fiori d’arancio

Per la salsa al cioccolato:
100 gr di cioccolato fondente
200 gr di panna fresca

Per decorare:
1 arancia
1 pompelmo
ciliegine candite Q.b.

Procedimento:
Ammorbidiamo la gelatina in acqua fredda per 10 min, nel boccale versiamo 100 gr di panna e portiamo a bollore 2 min. 100° vel. 2, strizziamo la gelatina e aggiungiamola alla panna mescolando 30 sec. vel. 4, uniamo la ricotta e lo zucchero e amalgamiamo 20 sec. vel. 3, togliamo il boccale dalla base aggiungiamo i canditi, la granella di nocciole, e le gocce di cioccolato e mantechiamo con la spatola.
A parte montiamo la panna (io ho usato un frullino) a neve ferma e incorporiamola delicatamente alla ricotta, profumiamo con un cucchiaio di essenza ai fiori d’arancio e mescoliamo bene.
Foderiamo gli stampi con della pellicola (questo per facilitarne la sformatura), versiamo dentro la crema di ricotta e livelliamo con la spatola.
All’ultimo momento visto che giorni prima avevo fatto la colomba in casa, ho deciso di tagliare dei dischi e metterli sopra alla crema, bagnandoli con del mandarinetto, copriamo con della pellicola e mettiamo in frigo a rassodare.
Poco prima di servire prepariamo la salsa; nel boccale inseriamo il cioccolato e tritiaamo 10 sec. vel. 10, aggiungiamo la panna e cuociamo 6 min. 50° vel 3 con il misurino inserito.

Sformiamo delicatamente le cassatine sui piatti, e guarniamo a piacere con le fettine sottili di arancia e pompelmo, decoriamo con una ciliegina candita tagliata a metà e accompagnamo il il dessert con la salsa al cioccolato servita a parte…


Il dessert è pronto!!!

AUGURI!!!

Francesco

Pagina successiva »