Ciambella di pane bianco con olive e timo domenica, Mag 23 2010 

Eccomi qui!! finalmente la dieta è finita e posso riprendere a mangiare il pane…

…questa mattina spulciando nella mia casella di posta elettronica, ho trovato la ricetta di un pane bianco mandatami da una lettrice del blog “antonella S…”

Partendo dalla base che mi ha mandato lei, ho voluto arricchire questo pane con del timo fresco e delle olive nere in salamoia.

Ne è venuto fuori un pane morbido e da mangiare ancora tiepido, intingendolo nel miglior olio d’oliva o perchè no nel più sofisticato aceto balsamico, accompagnato naturalmente da un buon bicchiere di vino…

Credo fermamente che questo pane sarà indispensabile per iniziare un buon pasto e sarà anche un degno accompagnatore di appetitosi antipasti….

Ingredienti:
500 gr di farina manitoba
10 gr di lievito di birra fresco
250 gr di acqua
15 gr di zucchero
10 gr di sale
40 gr di olio di semi di girasole
30 olive nere in salamoia
un ciuffetto di timo fresco

Procedimento:
Nel boccale versiamo l’acqua, lo zucchero e il lievito e sciogliamo 30 sec. 37° vel.2.
Aggiungamo adesso i restanti ingredienti meno il sale che andremo ad aggiungere passati i primi 30 sec. e impastiamo 5 min. vel. spiga.
Togliamo l’impasto dal boccale lavoriamolo qualche minuto con le mani sino a renderlo bello liscio, adagiamolo in una terrina di vetro e lasciamolo lievitare 1 ora e 30 min. coperto con della pellicola.
Mentre aspettiamo la lievitazione snoccioliamo le olive e tagliamole a filettini, laviamo il timo e mettiamolo ad asciugare.
Passato il tempo di lievitazione schiacciamo con le nocche la pasta lievitata un paio di volte per sgonfiarla.
Infariniamo il piano con della farina e stendiamo l’impasto in un rettangolo stretto di 25X60 cm,

-0-

spargiamo sopra le olive e le foglioline di timo, chiudiamo i lati dell’impasto ribaltandoli verso l’interno,

-0-

pizzichiamo la linea di congiunzione, arrotoliamo delicatamente la pasta con le mani e formiamo un lungo salsicciotto.
Trasferiamo attentamente l’impasto su una teglia precedentemente foderata con carta forno, modelliamola a forma di ciambella, congiungendo e saldando le estremità e spolveriamola con una manciata di farina.

-0-

Accendiamo il forno a 250° per 2 min. spegniamo e lasciamo accesa la luce interna. Inseriamo all’interno del forno la teglia con la nostra ciambella e lasciamola lievitare 1 ora e 30 min.
Quando mancano 30 min. allo scadere della lievitazione togliamo la teglia dal forno accendiamolo e impostiamo la temperatura a 250°.
Pratichiamo delle leggere incisioni su tutto il perimetro del nostro pane aiutandoci con un coltello affilato.

-0-

Inforniamo e cuociamo per 15 min. a 250°.

Sforniamo e facciamo intiepidire su una gratella.

Questo pane come Vi dicevo all’inizio può essere mangiato caldo, oppure una volta raffreddato potete anche congelarlo per un massimo di un mese…

Ma ho i miei dubbi che arrivi ad essere congelato, è troppo soffice e anche troppo buono!!!

Grazie ad Antonella per avermi mandato la ricetta e grazie a Voi per la pazienza che avete nel leggere i miei lunghissimi post….

Un abbraccio
Francesco

La brioches Siciliana quella "co tuppu" mercoledì, Mag 12 2010 

Carissimi Amici della Cucina degli Angeli, dopo varie richieste di postare queste brioches, oggi mi son deciso a farle…

Sentire lo sprigionarsi del profumo che emanano in cottura mi ha riportato indietro di ben 23 anni, quando da bambino mio padre mi portava la Domenica al bar per mangiare a colazione la famosissima “brioscia ‘ca granita”.

Ogni Siciliano che si rispetti si vanta di questa meraviglia Siciliana, che di per sè non ha nulla di particolare ma rappresenta per i turisti una vera attrazione, da consumare rigorosamente al tavolino di un bar di paese…oppure in qualche lussuosissimo bar di via Etnea a Catania…

Ma veniamo alla ricetta…

Ingredienti:
500 gr di farina manitoba
75 gr di zucchero semolato
75 gr di burro fuso freddo
2 uova
25 gr di lievito di birra fresco
10 gr di sale
175 gr di latte
50 gr di aroma spumadoro (sostituibile con della buccia d’arancia e limone grattugiata)
10 gr di miele
1 bustina di zafferano

Procedimento:

Nel boccale versiamo il latte, il lievito e il miele e mescoliamo 1 min. 37° vel. 3, aggiungiamo il burro fuso, lo zucchero, lo spumadoro, la farina e le uova leggermente sbattute con la bustina di zafferano

-0-
impastiamo 15 min. vel. spiga. quando l’impasto inizia ad assumere consistenza (dopo 2 min. circa) aggiungiamo il sale e continuiamo ad impastare.
Togliamo l’impasto dal boccale, lavoriamolo qualche minuto con la spatola, adagiamolo in una ciotola di vetro e lasciamo lievitare per 2 ore circa, coperto con della pellicola.

-0-

In una ciotolina sbattiamo un tuorlo d’uovo con un pò di latte.
Passato il tempo di lievitazione sgonfiamo l’impasto con la spatola (risulterà un pò appiccicoso),

infariniamo bene il piano di lavoro e porzioniamo l’impasto in palline da 80 gr l’una,

più delle altre piccole da 15 gr. Adagiamo le palline di brioches sulla teglia foderata con carta forno,pratichiamo con il pollice una depressione al centro della pallina più grande spennelliamo con il tuorlo d’uovo mischiato al latte e adagiamo sopra il “tuppo” (la pallina più piccola) pigiamo un po’ per farla aderire bene,ri-spennelliamo e mettiamo a lievitare in forno spento con la luce accesa per altre 2 ore circa.

-0-

Quando mancano 30 min. alla fine della lievitazione tiriamo fuori dal forno le brioches

e accendiamo il forno impostando la temperatura a 200°.
Allo scadere della lievitazione, ri-spennelliamo generosamente le brioches, inforniamo e abbassiamo la temperatura a 180° cuociamo per 20 min.

Sforniamo le brioches e portiamo tiepide in tavola…
Se avete un ottima granita a fianco sarebbe il massimo altrimenti…

Buona colazione a tutti!!
Francesco

La pasta brisè mercoledì, Mag 12 2010 

Carissimi amici,
un’altro impasto base da tenere sempre sotto mano per le nostre torte salate è la pasta brisè, così per agevolarvi nelle vostre preparazioni ho deciso di inserirla nel mio blog.
Questo impasto è presente sul libro base del bimby e devo dire che è davvero buono!!

Non è assolutamente una preparazione complicata, basta seguire dei semplici passaggi e sopratutto il suo riposo in frigo.

Ingredienti:
200g di farina 0
100g di burro morbido
60g di acqua fredda da frigo
un pizzico di sale

Procedimento:
Nel boccale, versarsiamo la farina, il burro e l’acqua fredda e impastiamo 1 min. vel. Spiga.
Togliamo l’impasto dal boccale e rovesciamolo sul piano di lavoro, compattiamolo e lavoriamolo qualche minuto, dopo di chè avvolgiamolo nella pellicola e lasciamolo riposare in frigo per 15 minuti prima di utilizzarlo.
Tiriamo fuori dal frigo la brisè e utilizziamola per fare la base delle nostre torte salate o per delle deliziose tartellette…

Per stenderla Vi raccomando di tenere il piano leggermente infarinato onde evitare che si attacchi….

Vi posso assicurare che questa brisè e ottima sia come gusto che come friabilità…

Mi raccomando se la provate non esitate a scrivermi…

Buona brisè a tutti!!
Francesco



Amor di pan polenta mercoledì, Mag 5 2010 

Ciao a tutti, oggi mi son dedicato alla panificazione ed ho preparato questo pane rustico dal gusto deciso e dalla consistenza morbida.

Ho dato questo nome al pane perchè ho usato lo stampo del tipico dolce “Amor polenta” che nei prossimi giorni credo proprio che farò….

Ma veniamo alla ricetta…

Ingredienti:
300 gr di farina 00
150 gr di acqua
1 uovo intero
50 gr di farina di mais per polenta
8 gr di zucchero semolato
10 gr di lievito di birra fresco
15 gr di olio evo
5 gr di sale
5 gr di succo di limone
una punta di curry o in alternativa una bustina di zafferano.

Procedimento:
Versiamo nel boccale lo zucchero. l’acqua e il lievito e mescoliamo 20 sec. 37° vel. 3.
In una ciotolina sbattiamo leggermente l’uovo con il curry (o lo zafferano) e versiamolo nel boccale, aggiungiamo la farina 00, la farina di mais, l’olio, il sale e il succo di limone, impastiamo 6 min. vel. spiga, lasciamo lievitare l’impasto nel boccale per 60 min. con il misurino inserito.
Passato il tempo di lievitazione reimpastiamo nuovamente 3 min. vel. spiga, togliamo l’impasto dal boccale e lavoriamolo qualche minuto sul tavolo.
Ungiamo uno stampo e spolveriamo con della farina di mais, arrotoliamo l’impasto della lunghezza dello stampo e adagiamolo all’interno, copriamo con della pellicola e lasciamo lievitare per 40 min.
Accendiamo il forno e impostiamo la temperatura a 200° scaduto il tempo di lievitazione inforniamo il nostro pane e cuociamo 30 min. a 200° quando mancano 10 min. alla fine sformiamolo adagiamolo sulla gratella del forno e completiamo la cottura.

Una volta cotto sforniamolo e lasciamolo intiepidire su una grata per far si che tutta l’umidità in essesso evapori…

Ed ecco a voi il pane amor di polenta….

Che ne dite? vi piace?

Spero di si…
Un abbracio a tutti
Francesco

Pizza Integrale con pomodori e pecorino sabato, Mag 1 2010 


Ciao a tutti! mi ripeterò anche, ma in questo periodo sono a dieta e sono sempre alla ricerca di ricette dietetiche senza rinunciare però al gusto… oggi a pranzo ho preparato questa pizza dall’impasto particolare..seguitemi nella ricetta e ditemi cosa ne pensate…

Ingredienti:per una teglia da 28 cm di diametro

200 g di farina integrale

50 g di farina manitoba

6 foglie di basilico

100 g di ricotta

100 g di acqua

5 gr di lievito di birra fresco

30 g di olio extravergine di oliva


Per il ripieno:

300 g di pomodori rossi e sodi

50 g di pane fresco ai 5 cereali

80 g di parmigiano reggiano

40 g di pecorino

1 spicchi di aglio

20 g di olio extravergine di oliva

1 cucchiaino di origano secco

1 pizzico di sale



Procedimento:

Laviamo le foglie di basilico, asciughiamole e inseriamole nel boccale, tritiamo 3 sec. vel 7, raccogliamo il trito con la spatola, aggiungiamo le farine, il lievito, l’olio, la ricotta,l’ acqua, un pizzico di sale e impastiamo 5 min. vel.spiga.

Togliamo l’impasto dal boccale lavoriamolo qualche istante con le mani, diamogli la forma di una palla e adagiamolo in una ciotola coperta a lievitare per 30 min.

Mentre aspettiamo prepariamo la farcia: senza lavare il boccale inseriamo il pane ai 5 cereali e tritiamo 10 sec. vel. 5, deve riamanere grossolano togliamo dal boccale e teniamo da parte.

Nuovamente senza lavare il boccale inseriamo i formaggi e grattugiamo 10 sec. vel.9 togliamo e mettiamo da parte.

Laviamo i pomodori tagliamoli a fette e priviamoli dei semi, mettiamo lo spicchietto d’aglio nel boccale e tritiamo 3 sec, vel.7.

In una ciotola mescoliamo metà del pane tritato, aggiungiamo l’aglio e l’origano mescoliamo e uniamolo ai pomodori.

Accendiamo il forno a 250° e portiamolo a temperatura.

Quando i 30 min. sono trascorsi stendiamo la pasta in una teglia di 28 cm di diametro rialziamo leggermente il bordo e spolverizziamo con metà dei formaggi grattugiati, adagiamo sopra uno strato di pomodori, cospargiamo le rimanenti briciole di pane e i restanti formaggi.

Inforniamo la teglia abbassiamo la temperatura a 220° e cuociamo per 20 min. circa.

Sforniamo e portiamo in tavola caldissima…

La pizza è pronta!!

Buon appetito a tutti…



Francesco

Margherita di pane al riso mercoledì, Apr 14 2010 

Ciao a tutti, come molti di Voi ormai sanno mi diletto a panificare direi ormai anche con ottimi risultati…
Quest’oggi ho voluto provare a fare un pane al riso dandogli quel tocco in più per deliziare oltra al palato anche la vista.

Come sapete la farina di riso non può essere usata tutta al 100% poichè è priva di glutine però si può mischiare alla farina 0 o 00 per ottenere un pane più soffice e buono!

A voi la ricetta:

Ingredienti:
170 gr di farina di riso
500 gr di farina 0
25 gr di lievito di birra fresco
350 gr di acqua
15 gr di sale
10 gr di malto o miele (io ho messo il miele)
40 gr di Olio EVO

Procedimento:
Nel boccale versiamo l’acqua, il miele e il lievito sbriciolato e mescoliamo 1 min. 37° vel. 3, aggiungiamo le farine, l’olio e per ultimo il sale e impastiamo 6 min. vel. spiga.
Togliamo l’impasto dal boccale diamogli la forma di una palla adagiamolo in una terrina di vetro capiente, copriamo con della pellicola per alimenti e lasciamo lievitare 40 min.
Tagliamo l’impasto in pezzature da 30 gr circa,

-0-

formiamo delle piccole palline ( circa 35 ) che andremo ad adagiare sul tavolo

-0-

una volta finite tutte riprendiamole nuovamente e lavoriamole con il palmo della mano fino a farle diventare belle lisce.

Foderiamo uno stampo da 22 cm con della carta forno ( io ne ho fatto anche uno rettangolare) e adagiamo all’interno le palline in maniera circolare e una vicina all’altra fino a riempire tutto lo stampo,

copriamo con della pellicola e lasciamo lievitare per altri 60 min.
Quando mancano 30 min. alla fine della lievitazione, accendiamo il forno e impostiamo la temperatura a 200°, quando il pane è lievitato inforniamo a 200° per 40 min.
Sforniamo lasciamo intiepidire su una gratella e portiamo in tavola…

La nostra margherita di pane al riso è pronta!!

Buon appetito a tutti…

Francesco

Il pane di Francesco mercoledì, Apr 7 2010 

Un piacere semplice…
Può esserci un piacere più semplice e puro di quello che ci dà una forma di pane appena sfornata?
Il profumo dà vita alla casa.Il suo sapore è già di per sé memorabile, ma riesce ad arricchire il gusto dei cibi a cui si accompagna; il contrasto tra mollica e crosta solletica il palato.
Fatto a regola d’ arte, il pane è un vero e proprio tesoro.
Preparato come ve lo propongo oggi può rendere speciale anche il pranzo più semplice e impreziosirlo al tempo stesso…
A grande richiesta oggi condivido con Voi tutti la ricetta del pane che ho preparato per il giorno di Pasqua, spero vivamente che lo proviate e che mi sappiate dire cosa ne pensate!!!

Ingredienti:
500 gr di farina 0
100 gr di farina di semola di grano duro
50 gr di olio EVO
100 gr di latte
200 gr di acqua
12 gr di lievito di birra fresco
20 gr di miele
15 gr di sale
Procedimento:
Versiamo nel boccale l’acqua, il latte, miele e il lievito sbriciolato, mischiamo 30 sec. 37° vel.3 aggiungiamo adesso l’olio, le farine e per ultimo il sale, impastiamo 5 min. vel. spiga.
Togliamo l’impasto dal boccale, lavoriamolo qualche minuto con le mani, diamogli la forma di una palla e adagiamolo in un recipiente di vetro, copriamo con della pellicola per alimenti e lasciamo lievitare 1 ora.

Passato il tempo della prima lievitazione sgonfiamo l’impasto con le mani, preleviamone un pezzetto e stendiamolo sul tavolo infarinato, tiriamolo sottile fino ad ottenere un rettangolo,

con la rotella tagliamolo a triangoli e arrotoliamo per ottenere i classici cornetti,

-0-

dopo preleviamone ancora un pezzetto che divideremo in tre parti, arrotoliamoli e formiamo dei cilindri che intreccieremo per ottenere una treccia che divideremo in due,

-0-

con la restante pasta potete sbizzarrirvi come volete e arricchirla come vi piace, io una parte l’ho condita con dell’ erba cipollina, e un’ altra con della cipolla liofilizzata…
Passiamo i nostri paninetti sulla placca da forno e spennelliamoli con una miscela di latte, olio e un pizzico di sale,

-0-

decoriamoli a piacere con i semi di sesamo e papavero e mettiamoli a lievitare coperti con della pellicola per altri 60 min.

Quando mancano 30 min. alla fine della lievitazione accendiamo il forno e impostiamo la temperatura a 200° quando è caldo inforniamo 1 placca alla volta nella parte centrale del forno e cuociamo per 15 min. sforniamo, lasciamo intiepidire e portiamo in tavola…

Credetemi questo pane va letteralmente a ruba, più ne mettete in tavola più ve ne chiederanno…

Che ne dite vi piace?

Un abbraccio
Francesco

I bignè sabato, Mar 20 2010 

Ciao Carissimi amici!!
oggi volevo condividere con Voi tutti la ricetta dei bignè…
chiamata anche “pasta choux”, la pasta per bignè si prepara in maniera tradizionale portando a ebollizione in una casseruola 250 gr di acqua, 100 gr di burro e un pizzico di sale, si toglie dal fuoco, si uniscono 150 gr di farina 00, e si lavora energicamente di braccia il tutto, successivamente ad impasto tiepido si uniscono le uova uno alla volta continuando a mescolare.. e unendo l’ uovo successivo solo quando il precedente è stato ben assorbito dalla pasta; si mette infine l’impasto ottenuto in una tasca da pasticcere e si procede con la cottura….

Scritta così sembra davvero una faticaccia ma con il mio piccolo aiutante in cucina tutto è più semplice…

Ingredienti:
250 gr di acqua
100 gr di burro
1 pizzico di sale
150 gr di farina 00
4 uova

Procedimento:

Nel boccale inseriamo l’acqua e il burro a pezzetti e portiamo a bollore 10 min. 100° vel. 2, aggiungiamo in un’ unica volta la farina e lavoriamo l’impasto 15 sec. vel. 4 apriamo il boccale, spatoliamo staccando eventuale impasto dalle pareti e mescoliamo nuovamente a vel. 4 per altri 15 sec.
Spegniamo il bimby e lasciamo intiepidire 10 min. circa avendo l’accortezza di mescolare l’impasto ogni 2 min. a vel. 4 per 10 sec.
Lasciamo raffreddare l’impasto finchè la temperatura non raggiunge i 37° a questo punto azioniamo il bimby a vel. 4 per 1 min. e 30 e aggiungiamo con le lame in movimento le uova uno alla volta.
Foderiamo una teglia con carta forno,riempiamo con l’impasto un sac-a-poche munito di bocchetta liscia e disponiamo delle palline d’impasto della dimensione di una noce, distanziate fra loro.

Adesso voglio svelarVi un segreto; molti trovano difficoltoso fare i bignè perchè spesso in cottura non si gonfiano bene oppure si gonfiano ma staccandosi, beh per ovviare questo problema ed avere dei bignè perfetti ci basterà farli riposare 25 min. prima di infornarli, questo accorgimento farà si che l’impasto si assesti bene prima di andare in cottura e sopratutto di raffreddarsi completamente.

Accendiamo il forno a 180° e passati i 25 min. di riposo inforniamo i nostri bignè per 20 min.
La cottura naturalmente è indicativa e varia da forno a forno perciò sappiatevi regolare quando sono gonfi e dorati i bignè sono pronti!!

Mi auguro che questa ricetta possa tornarVi utile…

Un abbraccio
Francesco

Focaccia alla barese con la pasta madre domenica, Mar 14 2010 

Ciao carissimi amici, eccomi nuovamente qui a cimentarmi con la mia pasta madre, ieri sera l’ho nuovamente rinfrescata e questa mattina era pronta per essere usata, così visto che non avevo ancora fatto la focaccia ho voluto proprio iniziare dalla più classica e gustosa…Quella Barese…trovata pubblicata sul blog di Rossa di sera buon mangiare si spera…
Ingredienti:
125 g di pasta madre rinfrescata il giorno prima

200 g di farina 00
50 gr di farina 0
120 di patate lessate
12 gr di olio EVO
5 gr di sale
150 gr di acqua
per condire:
12 pomodorini
1 spicchio di aglio
origano Q.b.
un pizzico sale
30 gr di olio EVO

Procedimento:
La sera prima rinfreschiamo la pasta madre e mettiamola in frigo.
Il mattino seguente togliamo la pm dal frigo e lasciamola intiepidire 30 minuti prima dell’uso.
Nel frattempo mettiamo una patate di circa 120 gr in un piatto con un dito d’acqua e la passiamo al microonde per 8 min. rigirandola dopo i primi 4, spelliamola da calda e lasciamola raffreddare schiacciandola con la forchetta.
Nel boccale del bimby versiamo l’acqua e la pasta madre e sciogliamola 30 sec. vel.3, poi aggiungiamo la farina, la patata, il sale e l’olio e impastare 5 min. vel spiga.
Otterremo un impasto morbito che andremo a togliere dal boccale, oliamo una teglia rotonda a cerniera di 26 cm di diametro, versiamo dentro l’impasto e con le mani unte d’olio stendiamolo sulla teglia, copriamo con della pellicola per alimenti e lasciamo lievitare 3 ore
Quando manca poco alla fine della lievitazione tagliamo i pomodorini a metà.
In una ciotolina grattuggiamo l’aglio, aggiungiamo l’olio per il condimento e mescoliamolo con un pizzico di sale.
Passate le 3 ore di lievitazione l’impasto si sarà gonfiato.
Prendere i pomodorini e,adagiarli sull’impasto con la parte tagliata rivolta in alto
, spolveriamo i pomodorini con l’origano, versiamo con un cucchiaino un pò d’ olio aromatizzato all’ aglio sopra i pomodori e ricopriamo nuovamente lo stampo con la pellicola, lasciamo lievitare ancora 1 ora.
Accendiamo il forno e impostiamo la temperatura a 210° circa. Spruzziamo sulla focaccia l’olio rimasto e inforniamo per 30 minuti.
Sforniamo la focaccia e portiamola in tavola ancora calda…

Vi assicuro che è una vera delizia!!
Alla prossima ricetta
Francesco

Filoncino casereccio con la Pasta Madre venerdì, Feb 26 2010 

Ciao, dopo aver coccolato la mia Pasta Madre, mi son dato da fare sul web per trovare una ricetta di pane casereccio e iniziare a panificare.
Ho letto e riletto tanti post e blog fino a quando non sono arrivato a quello di Rossa di sera così incuriosito ed emozionato le ho scritto per chiederle delle delucidazioni su alcune cose, era la primissima volta che mi cimentavo a panificare con la mia bimba e volevo essere sicuro del risultato finale.

Che dire…ci sono proprio riuscito!!!
Ecco a Voi come ho fatto

Ingredienti:
150 g di pasta madre rinfrescata il giorno prima
100 g di farina di grano duro
350 g di manitoba
2 cucchiaini di sale
250 ml di acqua

Procedimento:
La sera prima; pesiamo la pasta madre, nel boccale aggiungiamo lo stesso quantitativo di farina (biologica) la pasta madre e l’esatta metà di acqua a temperatura ambiente e impastiamo 3 min. vel. spiga.
Togliamo l’impasto dal boccale stacchiamo i 150 gr che ci servono per il pane adagiamo in un contenitore di vetro e lasciamo fuori dal frigo fino al giorno dopo, troveremo la pasta madre bella gonfia e piena di alveolature, la restante mettiamola in frigo.

Il giorno dopo intorno alle 12.00 versiamo nel boccale la pm con l’acqua, aggiungiamo le due farine e impastiamo 5 min. vel. spiga aggiungendo il sale alla fine.
Togliamo l’impasto dal boccale formiamo una palla, pratichiamo una croce profonda in superficie adagiamo l’impasto dentro una ciotola, copriamo con un piatto e mettiamo in frigo
fino al giorno dopo…

Il secondo giorno verso le 9.00 tiriamo fuori la ciotola con l’impasto cresciuto, e lasciamo a temperatura anbiente 40-45 minuti, spolveriamo di farina il tavolo, versiamo sopra l’impasto e infariniamo leggermente. Facciamo 2 volte le pieghe (del 1 tipo), qui mi sono documentato anche io!!! copriamo con un canovaccio bagnato e lasciamo lievitare 30 minuti dentro il forno spento con la luce accesa.
Riprendiamo l’impasto in mano e lo tiriamo un pò, dandogli la forma del filoncino.
Copriamo con il canovaccio bagnato e lasciamo lievitare ancora 2 – 3 ore

Passate le 2,30 ore circa riscaldiamo il forno a 220° con dentro una placca o se l’avete la pietra refrattaria, quando il forno è caldo, spolveriamo di farina il filoncino, pratichiamo un lungo taglio (comincerà ad aprirsi subito), lo spostiamo sulla placca bollente o sulla pietra e inforniamo per 1 ora 10 minuti, spruzzando dell’acqua all’interno del forno per dare il colpo di vapore.
Sforniamo il nostro filoncino e lasciamolo raffreddare sulla grata

Questo pane oltre a riportare davero indietro nel tempo per via del suo profumo, presenta una crosta bella spessa che potete notare anche Voi dalla foto.

Come primo esperimento direi che è andato piuttosto bene adesso non mi resta che cimentarmi in altre preparazioni che naturalmente condividerò con Voi tutti!!!

Vi ringrazio di cuore e ringrazio Rossa di sera…
…e mi raccomando datemi un Vostro parere, se usate anche Voi la pasta madre son qui pronto e ben disposto a leggere tutti i Vostri consigli e suggerimenti per ottenere un risultato al di sopra delle aspettative….

Un mega abbraccio a tutti!!!
Francesco

Pagina successiva »